Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Alla Locanda del Cont

Un bel posto alle porte di Torino, si chiama Locanda del Cont e ce ne parla Rosa.
Di Rosa Morrone

Da anni io e la mia dolce metà snobbiamo alla grande la festa di San Valentino, ovvero snobbiamo il fatto di festeggiare proprio in quella giornata: probabilmente perchè oggi di romantico non ê rimasto proprio nulla di questo evento ma solo tanto clamore “commerciale” per comprare questo o quell’oggetto a forma di cuore o similari. Tuttavia, la voglia di rinnovare le nostre promesse “d’ammore” resta e allora ecco che anticipiamo o posticipiamo di una settimana i festeggiamenti; quest’anno abbiamo voluto regalarci una cenetta in un posticino un po più vicino a casa, per motivi nostri organizzativi e, chi l’avrebbe mai detto … abbiamo scoperto un tesoro!

Nel cuore di Santena alle porte di Torino c’è un piccolo ristorante, accogliente già nel nome, La Locanda del Cont, che vale la pena di provare anche se non ci si trova proprio in zona come me: un ambientino stile crota con i Voltini dei soffitti con i mattoni a vista, cotto originale sui pavimenti, lunghe stecche di cannella per profumare l’ambiente e candele piazzate su bottiglie di vino vuote, a fare luce. Molto accogliente ma anche intimo al tempo stesso, perfetto dunque per la nostra puntatina san Valentiniana.

Il menù, a prima vista .. un po’ scarso, si è rivelato invece subito dopo quasi .. interattivo, nel senso che subiva variazioni in corso d’opera in base alla creatività e alla dispensa dello chef: davvero fantastico!

Questo aspetto, per me fondamentale, ha aggiunto molti Punti Valore al mio giudizio finale in quanto ritengo, da food blogger e appassionata di good living, che un menù “di carattere” nasca sul momento e soprattutto nel pieno rispetto della stagionalità degli ingredienti: quindi, ecco che ciò che avremmo dovuto Mangiare come primo piatto, tagliolini al Castelmagno, si è sdoppiato in due primi fatti interamente in casa, cosi come tutte le tipologie di pasta servite: mix di tagliolini variegati (al cioccolato, agli spinaci e alle barbabietole) in salsa di Castelmagno e semi di sesamo, a seguire tortelli ripieni di polenta conditi con una salsa al gorgonzola. 

Alla locanda del Cont tutte le portate vengono servite in piatti molto grandi, quadrati o rettangolari, con Decorazioni minimaliste di grande Effetto: Gli antipasti, per Esempio,un tris Composto da carne battuta al coltello, Tortina di pere al vino rosso con crema di caprino e vitello tonnato vecchia Maniera (Senza maionese), sembravano la tela di un pittore contemporaneo.

I secondi, nati anche loro sul momento, non sono passati inosservati e il gusto dei bocconcini di tacchino in agrodolce è ancora vivo in me …

I dolci, classici e Tipicamente locali, bunet al cioccolato e tiramisu ‘con una variante alla crema pasticcera al posto del solito mascarpone, assolutamente impeccabili.

Porzioni Abbondanti, fin Troppo, e Una Buona scelta di vini sono stati la cornice di una cenetta che ci è piaciuta davvero tanto.

Viva San Valentino!

Rosa Morrone
Rosa: mamma, moglie e durante il giorno impiegata a tempo pieno, ma grande cultrice nel tempo libero della cucina e del lifestyle; così, per i suoi primi quarant’anni si è fatta un regalo speciale, un blog personale che tratta prevalentemente di cibo, cucina e tutto ciò che gli gira intorno.
Un angolo tutto suo, sempre sognato, fatto di creatività, eleganza e good living, dove il buono e il bello la fanno da padrone indipendentemente dalle possibilità economiche, diventando così accessibili a tutti.
Una passione quella di Rosa, ereditata dalla mamma, ottima cuoca di origini pugliesi, che aveva come motto personale: “chi sa cucinare lo fa anche con niente!”.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Salmon Escabeche
Cake Design - Come il "muratore"... "stucchiamo" la torta!
Cheesecake al bergamotto, l'agrume superfood fatto in Italia