Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Biscotti con amaranto e gocce di cioccolato fondente

Biscotti con amaranto e gocce di cioccolato fondente, leggeri e nutrienti. Enjoy!

Di Patrizia Alunni

honest cooking ricetta biscotti con amaranto e gocce di cioccolato fondente

Da poco tempo ho scoperto l’amaranto, per me una novità assoluta in cucina dovuta alla mia curiosità di sperimentare nuovi ingredienti. L’amaranto è una pianta originaria del Centro America anticamente coltivata dalle civiltà Precolombiane e consumata come un cereale, ricca di proteine e di calcio, fosforo, magnesio e ferro. Mi interessava sperimentare l’uso dell’amaranto nei dolci così, dopo essermi informata sul suo utilizzo, ho preparato dei leggerissimi e friabili cookies senza uova e senza burro, in cui l’unico grasso è costituito da un cucchiaio di olio di semi di mais.

Cookies con amaranto e gocce di cioccolato fondente
Print
Categoria: Dolci
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 20
Ingredienti
  • 100 g di farina 00 W 180
  • 60 g di farina di nocciole
  • 70 g di zucchero di canna
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente
  • 70 g di amaranto scoppiato
  • 100 ml di vino bianco
  • 1 cucchiaino di zenzero secco in polvere
  • 1 cucchiaio di olio di semi di mais
  • 1 cucchiaino di cremortartaro
Istruzioni
  1. Iniziate facendo scoppiare i semini di amaranto mettendo a scaldare un'ampia padella antiaderente dal bordo basso senza olio e versateci un cucchiaio di semi alla volta.
  2. Muovete la padella per distribuire bene i semi sulla superficie e lasciateli scoppiettare per circa un minuto, non di più se no bruciano (il segreto è fare scaldare bene la padella così i semi si aprono subito e non bruciano).
  3. Trasferiteli in un contenitore e procedete con il secondo cucchiaio.
  4. Al termine di questa operazione io ho passato tutti i pop amaranth attraverso un colino così quelli non scoppiati sono caduti giù.
  5. Ripesate e colmate con altri semi scoppiati.
  6. Tritate nel mixer le nocciole per renderle una farina quindi unite insieme tutti gli ingredienti secchi (farina, nocciole, amaranto, zucchero di canna, cremortartaro e zenzero) in una ciotola capiente mescolandoli per amalgamarli, aggiungete l'olio di semi e gradatamente il vino bianco; otterrete un impasto appiccicoso e poco lavorabile.
  7. Mettetelo in frigo per 30 minuti questo vi consentirà di gestirlo meglio; ora formate delle palline con l'impasto e schiacciatele con le mani sulla teglia con carta da forno.
  8. Otterrete circa 15-20 cookies dipende da quanto li fate grandi.
  9. Infornate per 12-15 minuti a 175°.
  10. Quando escono dal forno sono morbidi poi induriscono raffreddandosi.

Patrizia Alunni
Patrizia è un’insegnate riminese. Attraverso il suo blog “Le Petit Gâteau”, che si ispira al libro di José Maréchal, Macaron, le piace raccontarsi in cucina e condividere le sue esperienze. Ama sperimentare sempre nuove ricette ed è appassionata di dolci e lievitati. E dopo aver cucinato fotografa con cura ogni piatto con la sua adorata reflex. Ogni ricetta è una storia, un racconto appassionante che la coinvolge in ogni dettaglio. Scegliere i prodotti della natura con cura, osservare i banchi del mercato e scambiare due chiacchiere con i venditori sulle qualità e la stagionalità dei prodotti che vendono è ciò che le piace di più.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Il Nabucco a Tarvisio, il successo di Rosa
Copenhagen, from Noma + Momondo, una guida indispensabile
L'indivia: un'insalata ambigua