Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Cake con erbette e pinoli

Il cake con erbette e pinoli è una ricetta facile e versatile. Ideale come pane o antipasto, da portare con sé in vivaci pic nic primaverili.
Scritto da Elisabetta Lecchini

La primavera è finalmente arrivata, le giornate velocemente si stanno allungando, il sole caldo illumina e scalda con maggior vigore, la voglia di trascorrere del tempo all’aperto, magari immersi nella natura comincia a farsi strada in tanti di noi.

Per i primi pic nic, ecco un rapido e gustoso cake da portare con se’, ideale come pane, come antipasto con salumi, formaggi o verdure, si conserva bene preparato qualche giorno prima, buono anche freddo, volendo anche già tagliato a fette.

Con erbette e pinoli ma in realtà potete prepararlo con ciò che preferite, il bello dei cake è la loro versatilità, a cominciare dalle farine che potete variare, mischiare e poi gli ingredienti.

Qualche idea alternativa: pomodori secchi e olive, zucchine e pecorino, prosciutto e formaggio, feta e fave (perfetto per questo periodo dell’anno), porri e speck, potete davvero dare libero sfogo alla fantasia, i cake sono perfetti anche come svuota frigo, il pezzettino di formaggio, la fine di un salame, un avanzo di verdure.

 

Cake con erbette e pinoli
Print
Categoria: lievitati
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 12
Cake salato perfetto come pane e per le prime gite fuori porta
Ingredienti
  • 200 gr di farina
  • 4 uova
  • un mazzo di erbette
  • mezza bustina di lievito
  • 40 gr di pinoli
  • 60 gr di parmigiano grattugiato
  • 5 cucchiai di latte
  • 4 cucchiai di olio
  • sale
Istruzioni
  1. Lavate le erbette e fatele appassire in poca acqua per cinque minuti.
  2. In una ciotola radunate la farina, il lievito, il parmigiano, amalgamate.
  3. In un'altra ciotola sbattete le uova, aggiungete il latte e l'olio, amalgamate.
  4. Unite il composto liquido a quello secco, salate, mescolate, unite le erbette (se vi paiono acquose strizzatele) e i pinoli, amalgamate rapidamente.
  5. Infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 50 minuti.

Elisabetta Lecchini
Milanese ma nata a Roma, un blog Lilli nel paese delle stoviglie da cui si evince il mio amore sconfinato per le belle tavole, le stoviglie, i tessuti e tutto quello che ruota attorno all’arte della cucina e della tavola.
Lettrice compulsiva, sempre pronta a viaggiare, amante della natura e soprattutto delle montagne, curiosa instancabile, di un piatto mi piace conoscere ingredienti, storia, tradizione, aneddoti, peculiarità.
Personal chef, insegnante di cucina, collaboratrice con alcune testate gastronomiche, ovviamente mi piace molto cucinare ma soprattutto raccontare, descrivere, approfondire, saperne sempre di più

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Metti una notte a Hong Kong
Cavolo nero e tarassaco in insalata con salsa al tahin e miso
Una cucina a prova di green