Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Caramelle di pasta fillo con primo sale e maggiorana

Pasta fillo? Provate queste “caramelle” per antipasto. Una vera chicca.
Di Micol Cerruti

Non vi dico il mio stupore nello scoprire che non solo è fattibile anche home made …ma è anche semplice. E ora qualche nozione: la pasta fillo (o phyllo) deriva dal greco “foglia”,ed è una variante della pasta sfoglia, con la sostanziale differenza che è assolutamente priva di grassi ed ha un gusto neutro, quindi si può usare sia nei dolci che nei piatti salati. E’ preparata in sottilissimi fogli separati e la tecnica artigianale, come potete immaginare, è quanto mai coreografica. Caratterizzata da tempi di cottura ridotti, si può fare al forno appure fritta, è molto versatile e si presta a numerose preparazioni ed è fantastica usata come involucro o involtino. La preparazione prevede l’utilizzo di acqua e farina; dal loro impasto si ottiene un panetto dal quale si stendono degli strati molto sottili chiamati “veli”. Si presta ad essere congelata.

Caramelle di pasta fillo con primo sale e maggiorana
Print
Categoria: Antipasti
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • INGREDIENTI (per 4 involtini):
  • 50 gr di farina manitoba
  • 22 dl di acqua (temperatura ambiente)
  • 1 cucchiaino di olio extravergine
  • un pizzico di sale
  • 50 gr di formaggio Primo sale
  • maggiorana fresca
Istruzioni
  1. Mischiare tutti gli ingredienti e impastare energicamente per una decina di minuti.
  2. Quindi far riposare l'impasto,coperto,per almeno 30 minuti.
  3. Una volta trascorso questo tempo riprenderlo e stenderlo su una spianatoia infarinata il piu' sottilmente possibile,deve diventare quasi trasparente.
  4. Ora potete utilizzarlo nel modo che piu' vi ispira:io ho suddiviso in quattro la sfoglia ottenuta,rifilandola a quadrato quasi perfetto.
  5. Ho spennellato tutta la superficie di olio extravergine.
  6. Ho riempito ogni quadrato con un cubetto di primo sale e qualche foglia di maggiorana fresca.
  7. Ho arrotolato il quadrato chiudendo i lati a caramella.
  8. Cosi' per i restanti tre quadrati.
  9. Ho messo su una placca rivestita di carta forno e ho cotto a 180 gradi per circa 30 minuti.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Micol Cerruti
Micol e' piemontese di origini ed è nata nella terra del riso, dove ha vissuto fino all'eta' di 25 anni. Nel 2005 si trasferisce prima a Todi e poi a Perugia, nel cuore verde dell'Italia, dove vive tutt'ora. Ha fatto della cucina una piccola arte e ama sperimentare ingredienti poco noti e conosciuti trasformandoli in una sorta di "esperienza mistica". Il suo blog nasce in primis con l'intento di riportare alla luce vecchie ricette, le cosiddette ricette della nonna aggiungendovi insoliti particolari per renderle uniche. Micol ha tre grandi passioni: i gatti, i dolci e ... lo zenzero.

Commenti

commenti

Dar Cordaro - Roma
Hamburger a Londra? Da Byron ovviamente
Penne integrali con zucchine, quartirolo e noci di macadamia