Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Castagnole, la ricetta classica

La ricetta delle castagnole è uno dei simboli del Carnevale. Ecco la ricetta classica, senza ripieno e rigorosamente fritte. Strepitose!
Scritto da Rosa Cinque 

Le castagnole o favette sono un dolce carnevalesco diffuso in tutta Italia.
Esistono due varianti: una senza ripieno ed un’altra con ripieno alla crema pasticcera o alla panna, altra variante è quella che prevede la cottura in forno.
La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica e nella tradizione italiana sono considerate uno dei simboli del Carnevale, qui vi propongo la ricetta classica, senza ripieno e rigorosamente fritte! Delicatissime, non unte e morbide hanno conquistato me e la mia famiglia senza bisogno di aggiungere panna o ricotta all’impasto.

 

Castagnole, la ricetta classica
Print
Categoria: Dolci
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 6
La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica e nella tradizione italiana sono considerate uno dei simboli del Carnevale. Qui vi propongo la ricetta classica, senza ripieno e rigorosamente fritte!
Ingredienti
  • 250 g di farina
  • 88 g di zucchero
  • 63 ml olio di semi
  • 85 g di uova (pesate sgusciate)
  • 13 ml di rum
  • 4 g di lievito per dolci
  • 2,5 g di sale
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 bustina Vanillina
Istruzioni
  1. In una ciotola lavorate le uova con lo zucchero e il sale, unite l’olio e aromatizzate il composto con il rum, la scorza di limone e la vanillina.
  2. Aggiungete la farina e il lievito precedentemente setacciati e impastate fino ad ottenere un impasto dalla consistenza morbida.
  3. Avvolgete il panetto nella pellicola per alimenti e lasciate riposare per 30 minuti.
  4. Trascorso il tempo di riposo, con l’impasto formate tante piccole sfere della grandezza di 8/10 g ciascuna.
  5. Friggete le castagnole in abbondante olio caldo, raccomando la frittura in una padella antiaderente piuttosto che in un tegame per evitare che l’olio bruci e si comprometta la perfetta riuscita delle castagnole.
  6. Rigirate le piccole sfere aiutandovi con un mestolo e fate in modo che la cottura avvenga gradualmente, in questo modo avrete delle castagnole perfettamente cotte e con una doratura perfetta.
  7. Scolate le castagnole su carta da cucina ( io ho utilizzato della comune carta del pane) e una volta fredde passatele nello zucchero semolato.
  8. Servite e gustate al momento.
  9. Bon Appétit!


Vivo a Positano, la ridente località sulla Costiera Amalfitana. Le mie tradizioni sono legate fortemente a due Regioni del Sud Italia: la Campania e la Puglia che amo perchè è lì che è nata mia madre Camilla. Colori, mare, architettura naturale, meraviglie da gustare in tavola e panorami da mangiare con gli occhi … queste sono le mie fonti d’ispirazione quando decido di mettermi ai fornelli e cucinare per me e i miei cari. La mia passione è la cucina, in particolar modo, la pasticceria: creo, sperimento, realizzo e sono alla continua ricerca di ricette per superare me stessa. Non sono una professionista ma ho passione, ingredienti ed un pizzico di fantasia! Oltre alla passione smodata per il cibo, amo la fotografia, la lettura, la danza e la musica classica. Ragioniera e Perito Tecnico Commerciale, non ho mai svolto questa professione ed oggi lavoro dove mi diverto. Collaboro con aziende del settore food, moda e artigianato come Assistente Social Network, Contributor Ufficiale per Expo Milano 2015. Scrivo le mie ricette per Italia a Tavola, HonestCooking, MatildeTiramisù e Vivere Ascoli. Collaboro con la telegiornalista Chiara D’Amico. Mi reputo socievole ma diffidente, probabilmente attraverso la mia passione per la cucina esprimo il mio essere, la mia semplicità.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Il castagnaccio (versione Finger Food)
Frascarelli con ragù di carne
Ristorante Mes Amis Milano - Cucina Tipica Tradizionale Italiana