Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Centrifuga o frullatore? Differenze e benefici

Centrifuga o frullatore? In questo articolo vi spieghiamo la differenza

Oggi, rispetto a quanto non avvenisse un tempo, siamo tutti molto più attenti alla nostra salute ed in particolar modo all’alimentazione quotidiana. Anche per questo motivo centrifugati, estratti e frullati sono di gran moda e sempre più spesso si consumano, a tutte le ore del giorno, come snack o anche come sostitutivi del pasto. Tanto è vero che, in quasi tutte le case, è possibile trovare un elettrodomestico, o più d’uno, dedicato alla preparazione di queste particolari bevande.

Ma dovendo scegliere se acquistare un frullatore o una centrifuga per cosa è meglio optare?

La teoria dice che, in una dieta sana ed equilibrata, bisognerebbe consumarne giornalmente almeno 5 porzioni di verdura e/o di frutta, l’ottimo sarebbe a crudo. Non sempre però questo è possibile: vuoi per mancanza di tempo, di voglia o per altri motivi! I bambini ad esempio, sovente, bevono più facilmente un succo di quanto non mangino volentieri una bella mela a morsi, ma i succhi preconfezionati sono pieni di zuccheri e per nulla salutari. Ecco allora che, un bel frullato, un centrifugato o un succo estratto a freddo sono la soluzione perfetta!

Molti però non hanno ben chiara la differenza che c’è tra un frullato ed un centrifugato, né tra questi e un estratto. In tutti i casi, si ha a che fare con preparati sani, gustosi e rinfrescanti, che fanno bene al nostro organismo, ma la forma di queste bevande è ben diversa, così come lo è l’apporto calorico e la consistenza.

È assolutamente legittimo domandarsi se sia più salutare bere un centrifugato o un frullato, ma la risposta non può essere univoca. Vediamo allora di soffermarci meglio sulla questione

Differenze tra un frullato ed un centrifugato

Innanzitutto è bene chiarire che sono bevande che si ottengono con due strumenti differenti, la centrifuga, in un caso ed il frullatore nell’altro. Entrambe sminuzzano la polpa di frutta e verdura impiegando lame che girano ad alta velocità, vi è però una differenza sostanziale tra i due.

Quando si prepara un frullato non c’è alcuno scarto. Tutto quello che entra come ingrediente all’interno del bicchiere del frullatore viene poi riproposto, pronto da bere. La centrifuga invece filtra la polpa, scartandola quasi completamente e offre un succo privo, o quasi, di fibre, conservando solo vitamine, sali minerali ed enzimi. Di conseguenza un centrifugato è molto meno denso e più limpido rispetto ad un frullato e per preparare un frullato serve una quantità inferiore di ingredienti rispetto ad un centrifugato.

A parità di dimensioni un bicchiere di frullato è più calorico di uno di centrifugato, ma contiene in percentuale meno fibre e meno nutrienti.

Spesso poi i frullati, altrimenti detti smoothie, vengono preparati, a seconda dei casi e degli ingredienti prescelti, anche con l’aggiunta di un po’ di latte o di panna, il che li rende decisamente diversi da una centrifuga esclusivamente fatta di frutta e/o verdura, ma molto adatti per una merenda gustosa e completa. In alternativa i frullati vengono confezionati anche con ghiaccio o acqua, in questo modo si riducono le calorie, ma anche l’apporto nutritivo.

È bene infine ricordare che i centrifugati, a differenza dei succhi estratti a freddo, devono però necessariamente essere consumati appena preparati, solo allora conservano tutte le proprietà nutritive intatte.

Quando è meglio il frullato e quando il centrifugato. I benefici delle due bevande

A conti fatti, se sia preferibile bere un frullato o una centrifuga è del tutto soggettivo. Innanzitutto dipende dai gusti e dalle preferenze di ciascuno e poi dal desiderio del momento.

Se per qualche motivo si desidera limitare l’assunzione di fibre e/o di calorie allora è decisamente preferibile optare per un centrifugato, assolutamente più leggero e digeribile; al contrario se si cerca qualcosa di più nutriente o si ha bisogno di incrementare la quantità di fibre normalmente assunte con la normale dieta allora meglio gustarsi un bel frullato.

Se si decide, per qualche giorno, di seguire una dieta detox allora per un breve periodo ci si ciberà esclusivamente di centrifugati, mentre per sostituire un normale pasto, un frullato, confezionato con l’aggiunta di un po’ di latte è decisamente meglio.

 L’ideale sarebbe bere entrambi, una volta l’uno ed una volta l’altro, scegliendo a seconda del momento, della voglia e della situazione.

Fatevi ispirare da una delle nostre ricette:

SMOOTHIE CON MANGO, MIELE E MENTA
http://honestcooking.it/smoothie-mango-miele-menta/

Smoothie mango, miele e menta

FRULLATO VERDE CON CAVOLO NERO
http://honestcooking.it/frullato-verde-con-cavolo-nero/

SMOOTHY AL KIWI E BURRO DI ARACHIDI
http://honestcooking.it/smoothy-al-kiwi-burro-di-arachidi/

 

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Redazione HonestCooking.it
HonestCooking.it è un food magazine online internazionale che ha l’ambizione di cambiare il modo di parlare di cibo e di vivere l’enogastronomia in rete.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pesche grigliate con aceto balsamico
Fregola con zucchine, fiori di zucca e mazzancolle
Rigatoni ai calamari con crema di patate e pecorino