Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Ciambella al cioccolato e rosmarino

Il cioccolato è sempre una garanzia, anche con l’aggiunta del rosmarino!

Scritto da Elisabetta Lecchini

honest cooking ciambella al cioccolato e rosmarino

Ciambella al cioccolato e rosmarino

Ormai è fatto noto che il cioccolato venga abbinato anche con il salato; spesso con la selvaggina o, ancora, gli gnocchi al cacao; ricette con pollo o coniglio; avocado, basilico, melanzane. Se amate l’oro nero avrete visto sicuramente ricette insolite, magari le avete anche assaggiate.

Nella vita si assaggia di tutto ( o quasi); cioccolato e rosmarino un duo che vi consiglio caldamente di provare. Non storcete il naso, non aspettatevi un sapore amarognolo o troppo forte, ne’ di incontrare gli aghi di rosmarino accanto a una pepita di cioccolato.

Provate, sicuramente rimarrete ammaliati dal profumo che è intenso, il rosmarino si distingue nettamente. Un dolce anche per intolleranti al lattosio, il latte usato e di soia.

Il cioccolato è sempre una garanzia, vedrete che anche questa volta ne avrete la conferma!

Ciambella al cioccolato e rosmarino
Print
Categoria: dolci, cioccolato, colazione, merenda
Autore:
Porzioni: 12
Una ciambella profumata con cioccolato e rosmarino
Ingredienti
  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di riso
  • 3 uova
  • 170 gr di zucchero
  • 170 gr di cioccolato fondente (scaglie, pepite, gocce)
  • 2,2 dl di olio evo
  • 1,7 dl di latte di soia
  • 1 cucchiaio di rosmarino tritato (fresco o secco)
  • 1 bustina di lievito
Istruzioni
  1. In una ciotola raccogliete le due farine e il lievito.
  2. In un'altra ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto gonfio e spumoso.
  3. Unite le uova alle farine, aggiungete anche il latte e l'olio, amalgamate bene.
  4. Unite il cioccolato e il rosmarino mescolate.
  5. Accendete il forno a 180 gradi mentre si scalda imburrate uno stampo da ciambella e versatevi il composto facendo in modo di livellare la superficie, infornate per un'ora, lasciate intiepidire prima di tagliare e servire.

 

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Elisabetta Lecchini
Milanese ma nata a Roma, un blog Lilli nel paese delle stoviglie da cui si evince il mio amore sconfinato per le belle tavole, le stoviglie, i tessuti e tutto quello che ruota attorno all'arte della cucina e della tavola. Lettrice compulsiva, sempre pronta a viaggiare, amante della natura e soprattutto delle montagne, curiosa instancabile, di un piatto mi piace conoscere ingredienti, storia, tradizione, aneddoti, peculiarità. Personal chef, insegnante di cucina, collaboratrice con alcune testate gastronomiche, ovviamente mi piace molto cucinare ma soprattutto raccontare, descrivere, approfondire, saperne sempre di più

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Ferghettina: la prima volta non si scorda mai. Assaggiare per credere.
La Bottega del buon caffè - Firenze
Video - Millefoglie con frutti rossi