Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Cibo crudo è cibo vivo: conosciamo “un’altra realtà”

Nel mondo dell’alimentazione ci sono diverse correnti di pensiero riguardo al cibo. C’è anche chi vede nel cibo vegetale e crudo la migliore fonte di benessere naturale. Scopriamone di più.

cibi-crudi-alimentazione

Cibo crudo è cibo vivo: conosciamo “un’altra realtà”

Mangiare è forse il più radicato tra gli atti umani. Non possiamo farne a meno, se non per brevi periodi, tanto quanto il respirare ed il bere.
La storia dell’umanità è fatta di evoluzione e quindi di pari passo anche quella dell’alimentazione: dall’uomo preistorico ad oggi tutte le nostre abitudini sono cambiate, grazie sia all’evoluzione della specie che all’avvento della tecnologia che ci ha dotato di nuovi strumenti e conoscenze che abbiamo applicato in tutti i campi, appunto anche in quello dell’alimentazione.

Se dunque i nostri antichissimi antenati vivevano mangiando ciò che trovavano in natura, con l’avvento del fuoco abbiamo avuto i primi cambiamenti: non più tutto crudo, la cottura entrava a far parte del gioco!
Poi l’agricoltura e l’allevamento hanno modificato ancora lo scenario, fino ad arrivare oggi alla possibilità di mangiare ciò che vogliamo, quando vogliamo e come lo vogliamo.

Se da un lato abbiamo i fautori del progresso come Dio unico ed indiscutibile, amanti di tutto ciò che è novità e quasi sprezzanti nei confronti di ciò che è stato, dall’altro abbiamo chi invece guarda al passato come esperienze da cui attingere e si pone delle domande.

Ciò accade come detto in tutti i settori della vita nei quali siamo coinvolti e dunque riflessioni sul recupero della tradizione avvengono anche nel mondo del cibo.

E’ davvero meglio avere a disposizione ogni tipo di ben di Dio, ottenuto in maniera industriale, artificiale, modificando ciò che la natura ha creato?
Le risposte a domande generiche come queste sono certo complicate e le fazioni sono diverse.

Oggi vogliamo occuparci di chi vede nel recupero di un’alimentazione naturale la scelta migliore per aiutarci a costruire un generale stato di benessere.

Le “regole” che chi ha deciso di adottare questo stile di vita segue sono poche e semplici, ma importanti: seguire la stagionalità come prima cosa, mangiare crudo per il 70-80% del totale, preferire prodotti che abbiano come garanzia la limitazione al minimo delle lavorazioni e tutte comunque sempre al di sotto dei 42° di temperatura.

caffe-verde-cibo-crudo

Cibo crudo è cibo vivo: conosciamo “un’altra realtà” – Caffè verde

Si va alla ricerca di prodotti biologici, naturalmente privi di glutine, molti dei quali appartenenti alla tradizione dei vari Paesi del mondo e magari un po’ accantonati per seguire la moda del consumismo a tutti i costi.
E’ quasi superfluo dire che i cibi di cui si sta parlando sono vegetali: chi segue un’alimentazione votata al benessere sa dimostrare, citando fonti attendibili e scientifiche, quali possono essere le influenze negative di cibi animali o derivati animali sul benessere dell’organismo.
Colloquiare con persone che hanno scelto di seguire la strada vegan-crudista può essere davvero molto interessante, specie se ci si imbatte in mentalità aperte, che non vogliono fare proselitismo a tutti i costi, che non hanno nell’integralismo uno dei loro obiettivi: semplicemente credono di aver trovato una strada per stare meglio e hanno il piacere di condividerla con chi vuole ascoltare.
Di realtà aziendali che hanno scelto di collocare il proprio business in questo settore ce ne sono sempre di più.
Tra queste particolarmente interessante è la storia di CiboCrudo, azienda nata da un’esigenza personale, da una passione, da una ricerca che faticava a trovare sbocchi e che dunque si è trasformata in spirito imprenditoriale.

Annamatilde Baiano, è la fondatrice di questa impresa nata dalla voglia di mettere a disposizione degli altri appunto quello che lei stessa faceva fatica a trovare.
Annamatilde ha scelto la strada dell’alimentazione a base vegetale e biologica già molti anni fa e poi è passata ad introdurre il crudismo come ulteriore buona abitudine. La sua sfida è stata creare una sorta di “universo crudista” italiano, un luogo dove chi è interessato a questo tipo di alimentazione vegetale e biologica o in generale chi vuole trovare cibi ricchi di attivi così come natura li ha creati, che mantengano intatte le loro proprietà, possa senza difficoltà trovarli.

Perché parlare di questa realtà tra le tante? Perché l’aspetto forse più interessante, oltre alla qualità degli oltre 300 cibi proposti, è quello informativo: CiboCrudo ha costruito una rete di nozioni che parte dalla presentazione del prodotto all’interno del sito e si snoda poi attraverso i social network che mettono a disposizione degli utenti tante informazioni, anche generali sul mondo del cibo vegetale, e allo stesso tempo servono da catalizzatore di domande, dubbi, richieste di informazioni alle quali l’azienda da risposta.

semi-di-chia

Cibo crudo è cibo vivo: conosciamo “un’altra realtà” – Semi di Chia

Se per esempio si volessero informazioni su due tra i cibi crudi al momento più citati in nome delle proprietà dei loro attivi come i Semi di Chia o il Caffè Verde, si potrebbe scoprire attraverso i canali CiboCrudo molto sull’argomento, tutto confermato da ricerche scientifiche o da pareri della Commissione Europea.
Il consiglio dunque che possiamo dare a chi vuole approfondire e comprendere se la scelta di un’alimentazione a base vegetale e cruda può fare per lui o meno è quello di confrontarsi con realtà come queste, che facciano della conoscenza uno dei loro obiettivi, al di la della ovvia logica commerciale.

 

 

Redazione HonestCooking.it
HonestCooking.it è un food magazine online internazionale che ha l’ambizione di cambiare il modo di parlare di cibo e di vivere l’enogastronomia in rete.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mandarini al cioccolato con granella di pistacchi
Guida approfondita alla scelta delle farine per panificazione
Ariete - Aprile 2013