Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Fatti in casa – Caramello salato

Questo mese “Fatti in casa” è già proiettata verso i regali di Natale: al gusto di caramello.
Di Manuela Conti

Difficile non ritrovarsi a pensare al Natale a novembre. Ne parlano già le riviste, le grandi catene di supermercati hanno sferrato l’attacco quando ancora si parlava di notte delle streghe, qualche letterina è stata spedita e qualcuno ha persino provveduto a riempire gli armadi con i pacchetti colorati.

Io, vista di profilo, somiglio molto più al Grinch che a un elfo della notte buona, non mi si addicono molto sorrisi e convenzioni, ma ammetto che al regalo homemade non so proprio resistere.

Homemade significa tempo e passione, cura dei dettagli e spesso imperfezione, quell’imperfezione che rende unico il nostro regalo.

Questo post è per tutti i discepoli del DIY, ma anche per chi ha voglia di provare per la prima volta l’ebbrezza di confezionare un regalo fatto in casa.

Fatti in casa- Caramello salato
Print
Cottura:
Complessivo:
Materiale occorrente: 2 vasi da 130 l a chiusura ermetica, 1 casserruola, 1 cucchiaio di legno, 1 pentolino, nastri colorati, etichette, ritagli di stoffa.
Ingredienti
  • 250 g zucchero di canna (tipo Demerara)
  • 80 g acqua
  • 150 g panna
  • 100 g burro
  • fleur de sel
  • ½ bacca di vaniglia
Istruzioni
  1. Sciogliete lo zucchero nell'acqua, quindi accendete il fuoco a fiamma bassa e portate ad ebollizione lo zucchero insieme alla polpa di vaniglia e al fleur de sel.
  2. Quando comincia a bollire mescolate, quindi lasciate colorire muovendo il tegame per rendere la cottura uniforme.
  3. Scaldate leggermente la panna.
  4. Una volta raggiunto un colore marrone chiaro, togliete dal fuoco, unite lentamente la panna (il composto farà inizialmente molta schiuma, quindi attenzione agli schizzi), poi riponete nuovamente sul fuoco e unite il burro.
  5. Fate sciogliere, quindi spegnete e versate nei vasi sterilizzati, chiudete e lasciate raffreddare.
Note
Conservazione: in frigorifero, da riportare a temperatura ambiente prima del suo utilizzo. Durata: 3 settimane circa. Utilizzo: come topping per torte e gelati oppure come semplice crema da spalmare.

Con lo stesso composto potrete confezionare delle caramelle mou homemade, da incartare una ad una, oppure semplicemente tagliate e divise in piccoli vasi, anche di recupero, puliti e sterilizzati.

Per le caramelle mou: foderate uno stampo quadrato di carta da forno e distribuite il caramello sulla carta formando uno strato di circa 1 cm, 1 cm e mezzo. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi coperte da un altro foglio di carta in frigorifero (almeno 3 ore).

Tagliate in piccoli cubi e incartate, poi riponete al fresco.

Manuela Conti
Manuela Conti, qualcuno la conosce come Melina, 34 anni, vive da sempre in quella che chiamano la verde brianza, ma con l’anima è rimasta in Sudamerica. Tre bimbi, una laurea in Scienze Ambientali e una passione smodata per la cucina e la per la terra. Gestisce inoltre un blog che si chiama Con le mani in pasta.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Crema di patate con scampi piccanti
Guida approfondita alla scelta delle farine per panificazione
La Moretta di Fano