Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Gelatina Pandan al cocco

Un rinfrescante Pandan in gelatina di cocco per una estate senza fine.
Di Jehanne Ali

Lo so, lo so. Molti di voi non vedevano l’ora di accogliere la stagione autunnale con una bella tazza di tè caldo, lasciandosi alle spalle le bevande fredde. Ma credetemi, questa gelatina fredda renderà la transizione stagionale molto più semplice, e chissà, dopo il primo assaggio, gradirete questa gelatina in qualsiasi momento, ogni giorno, anche nei freddi giorni invernali.

Si tratta di un dessert tipico dei ristoranti tailandesi che negli ultimi anni, è giunto sino al Regno Unito e che a quanto pare è davvero à-la-mode in ambito di Thai dessert, con la sua bellezza traslucida unita alla polpa di cocco.

Alcune persone usano l’agar-agar al posto della gelatina, poiché è priva di calorie e deriva dalle alghe con un apporto dell’80% di fibre, notoriamente conosciute per i suoi benefici per la salute del tratto digerente. Ma basta chiacchiere, eccovi la ricetta.

Gelatina Pandan al cocco
Print
Categoria: Bevanda Dolce
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 15
Ingredienti
  • 10g agar-agar in polvere
  • 1100 ml di acqua
  • 1100 ml di acqua di cocco
  • 1 cucchiaino di pasta di pandan (di colore verde)
  • 180ml di zucchero semolato
  • 1 noce di cocco ben tritata
  • un pizzico di sale
Istruzioni
  1. In una padella dal fondo alto, versare l'agar-agar in polvere e l’acqua.
  2. Mescolare bene e lasciare che l'agar-agar si dissolva in acqua.
  3. Una volta sciolto, aggiungere lo zucchero, la pasta di pandan e un pizzico di sale.
  4. Fare cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti.
  5. Aggiungere l'acqua di cocco e lasciare cuocere a fuoco lento.
  6. Togliere dal fuoco immediatamente e versare il composto in stampi o coppe.
  7. Cospargere la parte superiore con polpa di cocco tritata.
  8. Lasciare che la gelatina si solidifichi un po’ in frigo prima di servire.

 

Jehanne Ali
Jehanne è un’entusiasta food blogger, madre e moglie tutte in una. Passa con disinvoltura dal suo lavoro di medico a cucinare prelibatezze sane per la sua famiglia, che condivide sempre nel suo blog “The Cooking Doctor”. E’ convinta che mangiare bene ci tenga lontani dal dottore.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Insalata verde con noci speziate
Noodles al sesamo e gamberetti
Il caffè nel piatto: terza serata HonestCooking.it dedicata al caffè