Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Hangover: 5 rimedi e 5 falsi miti

Notte da leoni e mattino da… cita una nota espressione, probabilmente coniata da un habitué di serate memorabili che durano fino all’alba e con fiumi di alcool a fare compagnia. I problemi arrivano dopo il risveglio, quando la testa sembra essere in un pallone e si fa spola tra letto e divano. Ecco allora 5 rimedi  e 5 falsi miti da sfatare per superare facilmente l’hangover.

Di Teresa Balzano

Hangover: rimedi e falsi miti

Da Honestcooking.com ci arrivano 5 rimedi utili per superare indenni il post-sbornia e, leggendoli, ci siamo resi conto che mancano tanti dei classici consigli di cui si sente cinguettare di qua e di la. E’ la forza del passaparola: ma quanto corrisponde alla realtà?

1. Thè vs Caffè

Il thè essendo costituito principalmente da acqua, aiuta la reidratazione del corpo. Il thè verde, inoltre, aiuta a disintossicare l’organismo e, con l’aggiunta di un po’ di zenzero contribuisce a riequilibrare lo stomaco. Il caffè è invece un eccitante che porta ad aumentare la disidratazione, assolutamente nemica dell’hangover.

Foto di Honestcooking.com e di http://it.julskitchen.com/colazione/cornetti-italiani

2. Salamoia dei sottaceti vs Vino o altri alcolici

La salamoia, essendo ricchissima di sale, spinge a bere tanta acqua supportando la causa “reidratiamoci a più non posso”. Assumere vino o altri alcolici solitamente consigliati perché fanno scendere più lentamente i livelli di alcool e quindi limitare il calo fisico, in realtà contribuiscono a far venire mal di testa e, ancora, disidratano l’organismo.

3. Acqua di cocco vs Cucchiaio di olio

Idratante quanto l’acqua, l’acqua di cocco ha il vantaggio di essere anche ricca di potassio, sostanza che aiuta a ridurre drasticamente le riserve di alcool.  Il cucchiaio di olio, antico rimedio della nonna, servirebbe a limitare l’assorbimento dell’alcool, ma in realtà rallenta il suo smaltimento dopo la sbornia.

4. Succo di pomodoro vs Mangiare dopo la sbornia

Sempre che non vi siate ubriacati con fiumi di Bloody Mary, il pomodoro funziona da anti-infiammatorio e fornisce sostanze utili perse durante i festeggiamenti! Se il pomodoro può essere un ottimo aiuto, del tutto inutile è invece mangiare per assorbire l’alcool già ingurgitato. Bisognerebbe fare scorta di carboidrati prima di iniziare a bere in modo da attutire gli effetti dell’alcool. Quindi sì a pasta, panini e pizza, ma prima che inizi la festa!

pizzaVSpomodoro

5. Bagno al Wasabi vs Analgesici

Dopo una sbornia, una di quelle che farà storia, il nostro corpo è completamente prosciugato e pieno zeppo di tossine. Oltre a bere tutti i liquidi possibili, un bagno caldo con un cucchiaio di wasabi in polvere disciolto in acqua aiuterà a disintossicare il corpo da tutte le sostanze negative. Prima di entrare nella vasca, non pensateci proprio: ricorrere a un’Aspirina è del tutto inutile! Il suo effetto arriverà dopo diverse ore, quando la sbornia avrà ormai fatto il suo corso. Inoltre alcuni farmaci possono interagire negativamente con l’alcool causando danni al fegato.

Chiaramente bere meno potrebbe essere la soluzione migliore, ma quando la serata prende “quel verso” è impossibile fermarsi.

Quindi, prima di darvi a cocktail e bottiglie di vino, passate dal paninaro, dalla pizzeria sotto casa o piuttosto preparate un’abbondante spaghettata aglio, olio e peperoncino per tutta la compagnia. Il vostro corpo ringrazierà e gli amici pure.

Poi, il mattino dopo, armatevi di pazienza: il tempo è l’unica vera cura per rimettersi in sesto.

 

Teresa Balzano
Teresa, detta Tery da quando a 14 anni ho iniziato la mia vita nel web.
Tremendamente appassionata di cucina, nel 2010 ho aperto il mio blog con il desiderio di dare spazio alla mia passione fondendola con un’altra, la passione per il web. Non sapevo che questo mi avrebbe aperto un mondo di opportunità, cambiando completamente la mia vita.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Parigi for foodies - Atto I
un posto a Milano - Milano
I book bar alla conquista di Milano