Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Hugo, un cocktail inventato nel 2001

Hugo ha conquistato tutti, partendo dalle Dolomiti nel 2001.
Di Lara Bianchini

Eccoci arrivati alla fine dei classici aperitivi e non posterò lo spritz per l’unico motivo che da quando una nota casa produttrice di alcolici lo imbottiglia pronto e lo vende a peso d’oro, ha perso gran parte del suo fascino cocktail.

Il cocktail deve essere preparato da un barman, che ha una mano unica e che rende imprescindibile andare al suo bar perché… “come lo fa lui nessuno!”

E questi cosa fanno? Mi imbottigliano l’aperitivo pronto… E il rituale? Dove me lo mandi a finire????

Ok io di scelte commerciali ne capisco poco, però questa la trovo discutibile…

Ma passiamo al cocktail Hugooriginario dell’Alto Adige ma diffuso in Triveneto, Austria, e anche Germania. Questo aperitivo ha una storia piuttosto giovane contrariamente ai precedenti, è un stato ideato nel 2001 nelle vallate Dolomitiche sopra Bolzano, dal Barman Filippo DeBertl come alternativa allo spritz, e si è rapidamente diffuso anche oltre i confini altoatesini, forse per la nota aromatica del sambuco che lo contraddistingue e forse per il fatto che è un aperitivo davvero leggero, prepara lo stomaco senza appesantire la testa.


Hugo
Print
Categoria: Aperitivo
Autore:
Preparazione:
Complessivo:
Porzioni: 1
Dosi per un cocktail, aumentare secondo quantità
Ingredienti
  • 6 cl di prosecco
  • 6 cl di seltz
  • 3 cl di sciroppo di fiori di sambuco
  • foglie di menta
Istruzioni
  1. Gli ingredienti vengono versati direttamente nel bicchiere, normalmente un calice, con alcuni cubetti di ghiaccio. Le foglioline di menta si usano per decorare e aromatizzare
Lara Bianchini
La cucina è da sempre una delle sue passioni ed è sempre stata relegata nell’angolo del poco tempo, poi un giorno si è stancata di avere poco tempo per tutto quel che le piace fare e ha deciso di darle voce e di passare dallo stato di impiegata/mamma/moglie di corsa che cucina in 30 minuti, alla donna che ama fare alcune cose seguendo i giusti tempi e dando la giusta calma ad alcuni aspetti della vita. Da qui anche la presa di coscienza relativa alla qualità, provenienza e stagionalità del cibo, che passa da riempimento a nutrimento, per il corpo ma anche per lo spirito e l’amore…

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Crostata Meringata With Light Lemon Crude
E birra sia: Il Belgio val pure una birra
La Reginella, quando la cucina Kosher si veste di nuovo!