Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria

Le infiammazioni rappresentano un fenomeno molto comune, perché di fatto si tratta di un processo che avviene per aiutare l’organismo a guarire delle infezioni o degli infortuni; i sintomi più ricorrenti sono gonfiore, sensazione di calore e arrossamento. In presenza di patologia gravi, è possibile che l’infiammazione, solitamente rapida nell’evolversi, si estenda per un periodo prolungato,diventando così cronica.

Oltre ai medicinali, anche l’alimentazione svolge un ruolo decisivo nella prevenzione e nel trattamento delle infiammazioni croniche. I grassi saturi e trans le favoriscono, mentre quelli monoinsaturi ne favoriscono la riduzione. Vediamo quali sono i dieci più potenti alimenti antinfiammatori presenti in natura.

1. Broccoli

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-broccoli

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – I broccoli

La loro maggiore ricchezza è rappresentata dal sulforafano, una sostanza con potenti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Diversi studi hanno dimostrato che è in grado di attivare la proteina Nrf2, addetta alla protezione delle arterie da infiammazioni che possono causare aterosclerosi. Importante anche la presenza di flavonoidi e di carotenoidi.
Sarebbe ideale cucinarli a vapore, perché l’ebollizione o la cottura a fiamma provocano la perdita di importanti nutrienti. Bisogna anche fare attenzione ad acquistarli da fornitori sicuri, per evitare che siano pieni di pesticidi.

2. Barbabietola rossa

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-barbabietola-rossa

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Barbabietola rossa

La betalaina è un pigmento naturale che conferisce alla barbabietola il suo caratteristico colore, oltre ad essere un potente antiossidante e antinfiammatorio. È un composto che inibisce l’attività degli enzimi ciclossigenasi, che il copro utilizza per scatenare l’infiammazione.

3. Olio d’oliva

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-olio-di-oliva

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Olio d’Oliva

Ottimo nei condimenti, da assaporare con il pane ed il sale per un gustoso spuntino o antipasto, l’olio d’oliva è anche un alimento dalle proprietà benefiche: antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali. Il tutto grazie al suo composto fenolico, l’oleocantale (attenzione che perde molta della sua azione una volta esposto al calore), responsabile anche di quella punta piccante che sentiamo soprattutto nell’olio nuovo. Ovviamente parliamo dell’olio extra vergine di oliva, quello proveniente da olive biologiche, meglio se acquistate da un produttore di fiducia e spremute al frantoio.

4. Olio di cocco

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-olio-di-cocco

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Olio di cocco

Sono note le proprietà antinfiammatorie dell’olio di cocco, addirittura più potenti rispetto all’Indometacina, un farmaco antinfiammatorio non steroideo prescritto per il trattamento delle artriti. Se si vuole aggiungere l’olio di cocco alla propria dieta (uno o due cucchiaini al giorno), è importante scegliere la tipologia pressata a freddo rispetto a quella lavorata chimicamente.

5. Pesce

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-pesce

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Pesce

La presenza di acidi grassi omega-3, in particolare l’acido eicosapentaenoico e quello docosaesaenoico , assicura un’azione antiossidante e antinfiammatoria molto potente. Una delle fonti più ricche di questi acidi grassi è il salmone, che contiene anche vitamina B12, vitamina D, vitamina B3, vitamina B6, selenio e fosforo.

6. Curcuma

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-curcuma

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Curcuma

Parliamo di una delle più importanti sostanze presenti in natura: utilizzata anche in cucina come una spezia, la curcuma è un eccellente antinfiammatorio e antiossidante; così potente ed efficace da essere utilizzato come supporto per alleviare i sintomi degenerativi della chemioterapia. Viene da sé che è anche un antitumorale, conosciuto da tempi antichi nelle culture orientali. Un cucchiaino al giorno di curcuma, insieme al pepe nero che ne facilita l’assorbimento da parte dell’organismo, è la dose consigliata per garantire al corpo un’efficace risposta antinfiammatoria.

7. Pomodori

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-pomodori

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Pomodori

Anche i pomodori si attestano tra i primi posti fra gli alimenti con maggiore azione antinfiammatoria, grazie ad una sostanza, il licopene, il cui effetto aumenta con la cottura. È stato dimostrato che il licopene svolge un’azione decisiva nella prevenzione e nel trattamento del cancro alla prostata.

8. Mirtilli

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-mirtilli

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Mirtilli

I pigmenti idrosolubili, noti come antocianine, sono dei formidabili antiossidanti e antinfiammatori e sono contenuti in gran quantità all’interno dei mirtilli. Il loro consumi quotidiano comporta un aumento dei linfociti NK, le cellule del sistema immunitario in grado di riconoscere e distruggere le cellule infette da virus e quelle tumorali. Ma nei mirtilli non ci sono solo le antocianine, perché anche la quercetina, una flavonoide che combatte le infiammazioni e i tumori, è presente in quantità importanti.

9. Ciliegie

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-ciliegie

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Ciliegie

Buonissima e anche benefica: le ciliegia è un frutto magico, ottimo da gustare e perfetto per favorire il naturale benessere del nostro organismo. Contiene infatti diversi antiossidanti e polifenoli con effetto antinfiammatorio: uno dei più importanti è la cianidina, responsabile dell’inibizione dell’enzima che attiva la produzione di acido urico.
Il pigmento vegetale antocianidina svolge un’azione antinfiammatoria efficace quanto quella dell’ibuprofene e del naprossene.

10. Cioccolato fondente

honest-cooking-10-cibi-antinfiammatori-cioccolato-fondente

I 10 migliori cibi ad azione antinfiammatoria – Cioccolato fondente

Flavanoli e catechine, composti contenuti nel cacao, e di conseguenza nel cioccolato fondente, agiscono come forti antiossidanti. Favoriscono la circolazione del sangue, abbassano la pressione e posseggono proprietà antinfiammatorie. Un consumo limitato, circa 20 grammi ogni tre giorni, di cioccolato fondente o di cacao amaro permette di abbassare il livello della proteina C-reattiva, che viene sintetizzata quando è in corso uno stato infiammatorio.
Il consiglio è quello di acquistare cioccolato che contenga almeno il 70% di cacao proveniente da colture biologiche.
Esistono poi in commercio anche prodotti specifici derivati sia dai comuni alimenti, dei quali sono stati concentrati i principi attivi, che dalle erbe officinali di cui esistono molte specie finalizzate a scopo antiinfiammatorio. Se l’alimentazione non dovesse essere sufficiente è bene ricordare che possiamo trovare infiammatori naturali in erboristeria.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Quaglia all’amaranto con la sua coscia confit, il suo uovo, gel di melograno, amaranto soffiato
Cancro - Oroscopo Culinario anno 2014
“Al Cortile” - Bio Temporary Restaurant