Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Il Pane di Altamura, ricetta di Sara Papa

Il Pane di Altamura è un prodotto di panetteria tradizionale di Altamura, in provincia di Bari. E’ ottenuto dall’impiego di semole rimacinate di grano duro, coltivato nei territori dei comuni della Murgia.

Scritto da Rosa Cinque

honest cooking ricetta pane di altamura

Pane di Altamura

 

L’origine del Pane di Altamura è legata alla tradizione contadina della tipica zona di produzione. Elemento base del regime alimentare delle popolazioni alto murgiane, era prevalentemente impastato e lavorato tra le mura domestiche, quindi definitivamente confezionato e cotto in forni pubblici.

Il Pane di Altamura mi riporta alle mie origini, per metà pugliesi, da parte di madre.

Tradizioni tramandate da madre in figlia per assaporare tutto il sapore e la fragranza di questo pane.
Ho realizzato l’impasto base e poi dato vita a diverse forme: la Rosa, la Treccia a tre e a quattro, la più famosa pagnotta di pane, il torcetto e la ghirlanda.
Potete dare sfogo alla vostra fantasia realizzando le forme che più vi piacciono!
La ricetta a cui mi sono ispirata è quella di Sara Papa

Il Pane di Altamura, ricetta di Sara Papa
Print
Categoria: Pane
Cuisine: Italiana
Autore:
1,800 kg semola rimacinata di grano duro 1,200 g acqua a temperatura ambiente 12 g lievito di birra oppure 450 gr di lievito madre 30 g sale 1 cucchiaio miele
Ingredienti
  • Sciogliete il lievito nell’acqua a temperatura ambiente.
  • Setacciate la semola rimacinata di grano duro e, in più riprese, unite il lievito disciolto nell’acqua.
  • Iniziate a lavorare l’impasto ed aggiungete il miele ed infine il sale.
  • Lavorate l’impasto fino ad ottenere un panetto elastico ed omogeneo.
  • Ponete il vostro impasto in una ciotola capiente, unta d’olio, e lasciate lievitare per ¾ ore coperto da un telo bagnato di cotone ad una temperatura di 26°/28°C.
  • Potete anche iniziare a preparare il pane di Altamura nel pomeriggio e lasciare lievitare tutta la notte.
  • Trascorso il tempo di lievitazione, rovesciate l’impasto sulla spianatoia, e formate le Pezzature ( dividete il pane secondo il peso che volete dargli).
  • Fate riposare per circa 30 minuti coperto da un telo.
  • A questo punto potete dare le forme al vostro pane, eliminando la pasta in eccesso, fate riposare ancora per 15 minuti.
  • Trasferite il pane su una teglia infarinata o rivestita di carta da forno e cuocete in forno a 220° C per i primi 15 minuti e a 180°C per 45 minuti.
  • Sfornate e lasciate raffreddare su gratella.
  • Assaporatene tutta la fragranza appena sfornato, si conserva in busta chiusa per circa una settimana.

 

Vivo a Positano, la ridente località sulla Costiera Amalfitana. Le mie tradizioni sono legate fortemente a due Regioni del Sud Italia: la Campania e la Puglia che amo perchè è lì che è nata mia madre Camilla. Colori, mare, architettura naturale, meraviglie da gustare in tavola e panorami da mangiare con gli occhi … queste sono le mie fonti d’ispirazione quando decido di mettermi ai fornelli e cucinare per me e i miei cari. La mia passione è la cucina, in particolar modo, la pasticceria: creo, sperimento, realizzo e sono alla continua ricerca di ricette per superare me stessa. Non sono una professionista ma ho passione, ingredienti ed un pizzico di fantasia! Oltre alla passione smodata per il cibo, amo la fotografia, la lettura, la danza e la musica classica. Ragioniera e Perito Tecnico Commerciale, non ho mai svolto questa professione ed oggi lavoro dove mi diverto. Collaboro con aziende del settore food, moda e artigianato come Assistente Social Network, Contributor Ufficiale per Expo Milano 2015. Scrivo le mie ricette per Italia a Tavola, HonestCooking, MatildeTiramisù e Vivere Ascoli. Collaboro con la telegiornalista Chiara D’Amico. Mi reputo socievole ma diffidente, probabilmente attraverso la mia passione per la cucina esprimo il mio essere, la mia semplicità.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

I famosi biscotti ANZAC
Cake Design - Tutorial per una rosa perfetta
Rosti di patate farcito