Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Innsbruck e i migliori strudel della città

Un giro ad Innsbruck per trovare i migliori strudel della città. Ci accompagna Noemi.
Di Noemi Cilenti

Metti un viaggio, quattro amici e degli strudel tirolesi insieme e, hai formato la ricetta perfetta.

Innsbruck,  capitale storica del Sud Tirolo, è classificata come la quinta città più grande dell’Austria e, aleggiata da turisti italiani e quelli   con l’accento britannico è caratterizzata da montagne spolverate di neve e da pini di un verde brillante.  Celebre per il museo moderno-futurista Swaroski, Innsbruck è conosciuta anche per le pasticcerie e per le sue strade che profumano di cannella e di cioccolato fuso.

Sacher e strudel sostituiscono le brioches dell’ Italia e i croissant della Francia, e vale la pena lasciarsi andare a tale peccato di gola, come ha fatto la sottoscritta la prima sera della vacanza.

Strudel- Cafe Kroll, è una pasticceria specializzata nella preparazione degli strudel. Al banco, diversi sono i gusti e ognuno si presenta in modo delizioso e invitante: dal classico ripieno di mele a quello salato con spinaci e feta, a quello sconosciuto da noi italiani con semi di papavero, amato sin dal primo boccone e di grande ispirazione lo strudel ripieno di albicocca e noci.

La caffetteria austriaca offre la possibilità di degustare i loro dolci all’interno del  locale o fuori seduti su sedie scaldate da coperte di pelo. Oppure, potete fare come me, che ho preferito gustarmi un delicato strudel classico ricoperto di zucchero a velo in superficie, camminando per le vie di questo paesino tanto bello quanto ospitale.

 

Noemi Cilenti
Noemi è genticamente di buona forchetta e adora la cucina mediterranea. Ama particolarmente i dolci (prepararli e mangiarli) e ha sempre desiderato seguire dei corsi di cucina: oggi frequenta La Scuola de La Cucina Italiana e ha già conseguito gli attestati dei corsi “Basi della cucina” e “Basi della pasticceria”. Ama scrivere e cucinare e ha unito queste due passione nel suo blog “Baci di Dama”, a cui si è unita una terza: la fotografia. Cioccolato dipendente e ispirata allo stile vintage, è ossessionata dai libri di cucina e dai vecchi ricettari della nonna. Il suo sogno nel cassetto? Frequentare la celebre Accademia di Arte Culinaria “Le Cordon Bleu” e scrivere libri di cucina.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Torta al cioccolato senza farina
Extra-Green Spanakopita
Foto Tour nella via del cibo di Calcutta in India