Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Khao Soi – Chiang Mai Noodles

La nostra corrispondente da Bangkok Jessica Smith è andata a Chiang Mai e ci ha portato la famosa ricetta del Khao Soi o, se preferite, dei Chiang Mai Noodles.
Di Jessica Smith

Khao Soi (Chiang Mai Noodles)

Chiang Mai, anche se nascosta nella remota regione del nord-ovest della Thailandia, è una destinazione ambita  per i viaggiatori provenienti da ogni angolo del globo, tanto che vi si parlano dieci lingue e molte agenzie turistiche offrono escursioni con guide.

Le fatiscenti e antiche mura della città che racchiudono i vicoli tranquilli fiancheggiati da vigneti rigogliosi, rivelano in ogni angolo qualcosa che vale la pena esplorare. Rispetto al caos e al traffico di Bangkok, Chiang Mai ha un ritmo molto più tranquillo, una qualità unica che accomuna gli abitanti della città. Si tratta di una di quelle destinazioni rare in grado di accomunare i visitatori dallo zaino in spalla e il viaggiatore di lusso.

Non capita spesso che una città offra ai visitatori un profondo senso di comfort unito al piacere della scoperta, qualità racchiusa tutta in un piatto, che condivide con la città il suo nome, Chiang Mai Noodles. Al pari dalla città, vivace, colorata e un po’ curiosa, il piatto offre dei sapori frizzanti, ottenuti grazie all’aggiunta di curcuma, cardamomo, curry e pasta all’uovo.

Khao Soi (Chiang Mai Noodles)
Print
Categoria: Primi
Autore:
Porzioni: 4
Il coriandolo, lo scalogno e il curry, sono ingredienti importanti del piatto, ma sono serviti sul lato del piatto, in modo che gli invitati possano modificare il sapore finale in base alla loro preferenza.
Ingredienti
  • 225 g di pasta all'uovo sottile
  • 500 ml di olio vegetale per friggere
  • 40 g di radice di curcuma fresca
  • 4 spicchi d'aglio
  • 15 ml di olio vegetale
  • 30 g di curry in polvere
  • 20 g di pasta rossa al curry
  • 5 g di semi di coriandolo macinato
  • 2 g di cardamomo
  • 475 ml di latte di cocco
  • 950 ml di brodo di pollo a basso contenuto di sodio
  • 15 g di zucchero bianco
  • sale, qb
  • 450 g di petto di pollo senza pelle, tagliato a pezzi
Per guarnire
  • un mazzetto di coriandolo fresco
  • 2 scalogni tagliati a fette sottili
  • 1 lime tagliato a spicchi
Istruzioni
  1. Friggete metà delle tagliatelle in olio bollente per circa 2 minuti. Togliete dal fornello e impostate su carta assorbente per raffreddare e scolare le tagliatelle. Mettete a bagno le tagliatelle rimanenti in acqua a temperatura ambiente per 5 minuti per ammorbidire e rimuovere l’amido extra. Scolate le tagliatelle e mettetele da parte.
  2. Triturate la radice di curcuma e l’aglio insieme usando un mortaio fino ad ottenere una pasta ruvida. Mettete a friggere, con 1 cucchiaio di olio vegetale a fuoco medio, il composto. Aggiungete il curcuma, l’aglio, il curry in polvere, la pasta al curry rosso, il coriandolo e il cardamomo, circa per 1 minuto. Aggiungete il latte di cocco e portate ad ebollizione. Fate bollire il latte di cocco per 1 minuto. Aggiungete il brodo e lo zucchero e portate ad ebollizione. Assaggiate ed aggiungete il sale, se necessario. Aggiungete il pollo e riducete il fuoco. Lasciate cuocere finché il pollo non sia ben cotto.
  3. Mettete un quarto delle tagliatelle ammorbidite in ciascun piatto da portata. Versate il pollo e il curry nelle scodelle e decorate ogni porzione con gli spaghetti fritti. Servite immediatamente con del coriandolo, lo scalogno.

 

Jessica Smith
Jessica Smith è nata nel Midwest americano e ora vive in Thailandia, dove scrive di cucina e dei suoi viaggi nel Sud-Est Asiatico. E’ convinta che il miglior modo per capire un luogo o un paese sia quello di esplorarne le specificità culinarie.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Anatra ripiena al vino rosso con funghi e sciroppo d'acero
Romeo & Julienne: scrittori e personaggi tra fornelli e web
Madre, il fusion (non orientale) che non dimentichi