Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

La Tenzone del Panettone a Parma ha i suoi nuovi vincitori

 

Tenzone del Panettone 2016: il contest natalizio per eccellenza.

Scritto da Isabella Scuderi

fullsizerender3

Domenica 18 dicembre siamo a Parma in via del Castellazzo, al Circolo degli sportivi precisamente, si è appena conclusa “La Tenzone del Panettone 2016” (oggi vi raccontiamo come è andata, e chi si è aggiudicato il miglior premio per categoria).
Organizzato da Massimo Gelati e Vittorio Brandonisio, è l’appuntamento riservato al dolce di Natale più delizioso protagonista delle nostre tavole, perché senza un Panettone non è Natale, e a Parma non manca l’attenzione.

A ogni edizione La Tenzone del Panettone premia i migliori panettoni artigianali d’Italia e quelli innovativi.

La giuria è composta oltre che da me medesima, nella seguente composizione: giuria tecnica composta da giornalisti, critici gastronomici e accademici della pasticceria, giuria di qualità, composta da gourmet ed autorità civili e militari, il collegio dei probiviri, votante ed incaricato di garantire la regolarità delle operazioni di voto e dispoglio schede.

img_9235

 

Qualche nome: Fausto Arrighi (Già Direttore Guida Michelin Italia), Roberto Carcangù (Presidente APCI ASS. Prof. Cuochi Italiani), Rosita Dorigo (Food Designer), Camilla Rocca (PR e Giornalista), Francesca Negri (Giornalista e food Blogger), e tanti altri.

 

Ci sono presenti alcune figure delle autorità;

DOTT. Giuseppe Forlani Prefetto di Parma

GEN. Guido Mario GeremiaGenerale della Guardia di Finanza

COL. Massimo Zuccher Comandante Prov. Carabinieri

COL. Pierluigi Fedele Comandante Prov. Corpo Forestale

DOTT. Cristiano Casa Assessore Comune di Parma

 

img_9054

Verificata praticamente in diretta, durante l’assaggio di 47 panettoni, di cui 29 tradizionali e 18 innovativi esiste anche la categoria “Junior Pastry Award 2016”.

Con l’apposita scheda di valutazione la giuria ha assegnando un punteggio da 0 a 20 ad ognuno dei panettoni in gara, per un totale massimo di 100 centesimi.


img_4923

Ecco come sono definite le seguenti 3 categorie:

 

  • “Panettone Tradizionale” 2016

Per i panettoni realizzati secondo il disciplinare di cui al D.M. 22.7.2005. Sono premiati i primi 3 concorrenti.

 

  • “Panettone Innovativo” 2016

Per i panettoni e i lievitati da forno realizzati secondo l’estro e la fantasia del maestro pasticcere. Sono premiati i primi 3 concorrenti.

 

  • “Junior Pastry Award” 2016

Per i partecipanti alla Tenzone che non abbiano compiuto 30 anni il 13 Dicembre 2016, viene riservata la speciale classifica “Junior Pastry Award ” 2016. Sono premiati i primi 3 concorrenti.

 

Scopriamo i vincitori ufficiali della Tenzone del Panettone 2016.

 

Per la categoria Panettoni Tradionali, dal primo al terzo classificato:

  1. Valter Tagliazucchi (Maestri)
  2. Attilio Servi (Maestri)
  3. Alessandro Masia (Senior)

img_4947

Tra gli Innovatori:

  1. Denis Dianin (Maestri)
  2. Alessandro Gaido (Junior )
  3. Massimo Adami (Maestro)

 

“Junior Pastry Award” 2016

  1. Pina Toscanini (Pastry Queen)
  2. Grazia Mazzali (Pastry Queen)
  3. Paola Ziliani (Pastry Queen)

 

Sono stati Denis Dianin, Valter Tagliazucchi e Attilio Servi, insieme ad Andrea Tortora, Salvatore Gabbiano, Massimo Adami e Mauro Scaglia, i trionfatori tra i 47 maestri pasticceri che si sono sfidati nella “Tenzone del Panettone”, selezionati tra i maestri di pasticceria e “campioni dei levitati” nazionali, appena terminato al Circolo del Castellazzo, a Parma.

Al Panettone in Vasocottura di Denis Dianin il titolo di panettone dell’anno 2016, al Panettone Spaziale di Valter Tagliazucchi il gradino piu’ alto del podio nella categoria tradizionali. Tra i senior vince Alessandro Masia con un soffice ed equilibrato panettone classico, pastry queen e’ Pina Toscani, mentre Alessandro Gaido sbaraglia la concorrenza tra i junior, con la sua “Opera prima”.

Premi speciali

Sono inoltre istituiti i seguenti 14 premi speciali:

Pastry Queen Award – Miglior concorrente femminile?Pavoni Italia Award – Miglior Packaging e aspetto visivo, Miglior valutazione olfattiva, Miglior valutazione gustativa, Miglior valutazione tattile, Puratos Italia Award – Miglior lievitazione, Miglior glassatura?Armonia ed equilibrio, Miglior digeribilita’?Molino Ferrari Award – Miglior utilizzo materia prima?Gluten Free Award, riservato ai panettoni che non prevedono l’utilizzo di glutine, Opera Award riservato ai panettoni che prevedono l’utilizzo dell’Aceto Balsamico di Modena “Opera”, Quality Wines Award riservato al miglior abbinamento al vino, History Award, riservato ai vincitori delle passate edizioni.


Ora veniamo a noi ecco la classifica assoluta.

class-01

class-1

class-2


Nel giudizio della giuria i panettoni migliori devono avere le seguenti caratteristiche:

L’aspetto al suo esterno deve presentare una buona cottura senza bruciature, l’interno deve apparire di un bel colore giallo oro intenso, i canditi devono essere distribuiti in maniera omogenea, non deve presentare cavità, e nel giudicare la bontà e la pregevolezza di un panettone contano soprattutto gli alveoli, i buchi dovuti alla fermentazione che si formano nell’impasto, il profumo deve essere intenso ma non eccessivo, al palato non deve risultare asciutto, né asciugare la bocca, la pasta dev’essere leggermente umida e tutti i sapori devono essere distinti senza sovrapporsi.

Se la tradizione ci piace, amiamo anche i panettoni nella versione innovativa da provare per accendere di gusto i nostri palati, “panettoni limited edition”  come kiwi canditi, cioccolato fondente e peperoncino, mele annurche, olive candite, passito di Pantelleria, Rum, all’aceto Balsamico Opera, tra le loro specialità esistono diverse goderecce varianti.

Massimo Gelati Ideatore Della Tenzone

Massimo Gelati Ideatore Della Tenzone

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Isabella Scuderi
Nata a Catania nel mese di ottobre, attualmente vive e lavora a Milano. Un Master in Giornalismo Enogastronomico presso l'Accademia Telematica Europea. Dopo alcune esperienza lavorative nel settore commerciale della ristorazione, intraprende l'attività di consulente per aziende del food ed editorialista per alcune testate a diffusione nazionale.Giornalista, Food Blogger, trendsetter, dopo alcuni anni passati a farsi le ossa in giro per l'Italia è ora libera professionista nel campo più ampio della comunicazione di eventi legati alla moda/enogastronomia di nicchia. Appassionata di scarpe e stili di vita, running e food, compra spesso libri di induismo e fisica quantistica legata alla legge di attrazione. Spesso in viaggio sulla rotta Milano -Montecarlo, ha fatto del glamour una esperienza esistenziale e mentale, sempre alla ricerca di nuove attrattive e stili da scoprire. Ha un blog: La cucina veste Isa, un luogo di armonie e di affetti, dove tradizione,passione e senso del bello, trovano la giusta relazione per spiegarlo.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Petto di Faraona con ripieno di Prosciutto Crudo di Parma
Muffin cacao amaro e arancia
Crostata con lemon curd