Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Limoncello e arancello siciliani

Carmen, fedele alla tradizione della sua terra, ci mostra come preparare Limoncello o Arancello siciliani. Sì, ci vuole un po’ di tempo, ma il risultato è incredibile.
Di Carmen Russo

Da buona siciliana non potevo certo non condividere con Honest Cooking la ricetta per fare il limoncello siciliano (o l’arancello, a seconda di cosa preferite). Abbiate pazienza, il risultato la ripagherà tutta.

Limoncello siciliano

Limoncello e arancello
Print
Categoria: Cocktail e Superalcolici
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 10/12
Ingredienti
  • Scorza di 9/10 limoni (o 6/7 arance) non trattati.
  • 1 litro di alcool 90°
  • 1 litro di acqua
  • 600 g di zucchero
Istruzioni
  1. Lavare e asciugare bene i limoni (o le arance).
  2. Con un pelapatate togliere la scorza agli agrumi facendo attenzione a non tagliare anche parte bianca della buccia. Questa rovinerebbe il gusto del liquore.
  3. Prendere un contenitore di vetro con tappo e versarvi l'alcool e le scorze. Lasciare macerare per una settimana avendo cura di agitare ogni tanto il contenitore.
  4. Passati i 7 giorni prendere un pentola e mettere a scaldare l'acqua dove poi verserete lo zucchero. Continuate a girare la miscela a fuoco medio fino a che lo zucchero si sarà sciolto.
  5. Fate raffreddare lo sciroppo e una volta freddo unitelo all'alcool e alle bucce degli agrumi, mescolando bene il tutto.
  6. Fate passare qualche ora e poi filtrate il liquore.
  7. Il vostro Limoncello (o arancello) è pronto per essere servito.

 

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Carmen Russo
Carmen vive in Toscana ma è sicilianissima, di Agrigento. É sposata con un Cuoco Ingegnere toscano che ha preferito i fornelli ai laboratori. Insieme gestiscono un ristorante a Guardistallo (PI) facendo così della loro passione per la cucina il loro lavoro. Preferisce il salato al dolce anche se è ufficialmente la pasticcera del locale. Adora gli arancini siciliani, la pasta con le melanzane e la parmigiana ma non conclude mai un pasto senza un buon pecorino toscano. Adora il mare, il sole, ma anche il bosco e i suoi profumi, la bella gente, il cibo e il buon vino... adora la sua terra, la SICILIA, ma ha anche imparato ad apprezzare la sua seconda terra, la TOSCANA.

Commenti

commenti

Foodies' Place e il suo corso di Cake Design
Tano passami l'olio: un'esperienza sensoriale
Caio: la " Funky trattoria " cult della ristorazione romana