Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Limoncello e arancello siciliani

Carmen, fedele alla tradizione della sua terra, ci mostra come preparare Limoncello o Arancello siciliani. Sì, ci vuole un po’ di tempo, ma il risultato è incredibile.
Di Carmen Russo

Da buona siciliana non potevo certo non condividere con Honest Cooking la ricetta per fare il limoncello siciliano (o l’arancello, a seconda di cosa preferite). Abbiate pazienza, il risultato la ripagherà tutta.

Limoncello siciliano

Limoncello e arancello
Print
Categoria: Cocktail e Superalcolici
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 10/12
Ingredienti
  • Scorza di 9/10 limoni (o 6/7 arance) non trattati.
  • 1 litro di alcool 90°
  • 1 litro di acqua
  • 600 g di zucchero
Istruzioni
  1. Lavare e asciugare bene i limoni (o le arance).
  2. Con un pelapatate togliere la scorza agli agrumi facendo attenzione a non tagliare anche parte bianca della buccia. Questa rovinerebbe il gusto del liquore.
  3. Prendere un contenitore di vetro con tappo e versarvi l'alcool e le scorze. Lasciare macerare per una settimana avendo cura di agitare ogni tanto il contenitore.
  4. Passati i 7 giorni prendere un pentola e mettere a scaldare l'acqua dove poi verserete lo zucchero. Continuate a girare la miscela a fuoco medio fino a che lo zucchero si sarà sciolto.
  5. Fate raffreddare lo sciroppo e una volta freddo unitelo all'alcool e alle bucce degli agrumi, mescolando bene il tutto.
  6. Fate passare qualche ora e poi filtrate il liquore.
  7. Il vostro Limoncello (o arancello) è pronto per essere servito.

 

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Carmen Russo
Carmen vive in Toscana ma è sicilianissima, di Agrigento. É sposata con un Cuoco Ingegnere toscano che ha preferito i fornelli ai laboratori. Insieme gestiscono un ristorante a Guardistallo (PI) facendo così della loro passione per la cucina il loro lavoro. Preferisce il salato al dolce anche se è ufficialmente la pasticcera del locale. Adora gli arancini siciliani, la pasta con le melanzane e la parmigiana ma non conclude mai un pasto senza un buon pecorino toscano. Adora il mare, il sole, ma anche il bosco e i suoi profumi, la bella gente, il cibo e il buon vino... adora la sua terra, la SICILIA, ma ha anche imparato ad apprezzare la sua seconda terra, la TOSCANA.

Commenti

commenti

Una bottiglia di vino ricercato? Online si può!
La pesca a strascico può essere sostenibile?
Ristorante Le Tre Lune - Calenzano