Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Maremmachevini: La Seconda Edizione Dei Vini DOC Della Maremma

La seconda edizione di ‘Maremmachevini’ con i vini DOC del luogo appena conclusa, è stato un appuntamento ricco di storia e tradizioni enologiche toscane.

Scritto da: Isabella Scuderi

Il Sassone Tenuta (Barique)


Si è appena conclusa nella pianeggiante Maremma grossetana, a Castiglione della Pescaia, la seconda edizione di “Maremmachevini”, l’appuntamento con i vini della DOC del luogo a cura del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana.

Domenica 11 e lunedì 12 giugno abbiamo incontrato i 40 produttori di eccellenza, oltre 120 vini esibiti associati ai vitigni internazionali qualificati del territorio d’origine e gli autoctoni di espressione inconfondibile del territorio.

Borgo Medievale (Castiglione della Pescaia, Maremma)

Borgo Medievale (Castiglione della Pescaia, Maremma)


Gli obiettivi sono chiari e precisi, Maremmachevini ci offre in maniera largamente culturale le realtà vinicole della zona della Maremma più tradizionale, piena di tracciabilità e storia come i suoi prodotti tipici: formaggi, salumi, la notorietà dell’olio extravergine d’oliva.

Il fascino di questa terra ci regala gioielli di prodotti ed in questa edizione sono in larga scala presenti, in abbinamento con i straordinari vini.

Edoardo Donato, Presidente del Consorzio “Maremmachevini, prosegue raccontandoci che ”lo scopo della Kermesse e la valorizzazione delle diversità del nostro meraviglioso territorio hanno caratterizzato per secoli il sapore del gusto toscano. Sono le varietà e la qualità dei nostri pregiati prodotti a renderci unici e a rendere ancor più eccellenti i nostri vini.”


Borgo Medievale (Castiglione della Pescaia, Maremma)

Borgo Medievale (Castiglione della Pescaia, Maremma)


Al Tasting Book si apprendono le informazioni di ogni vino presentato e del suo produttore.

Ecco una panorama completo dei vitigni di appartenenza: Vermentino, Ciliegiolo, Trebbiano toscano, Malvasia bianca lunga, Sangiovese, Ansonica, Chardonnay, Sauvignon, Alicante, Cabernet sauvignon, Cabernet franc, Canaiolo nero, Merlot, Syrah, Viognier.

Una rassegna che ha coinvolto sommelier, professionisti del settore, addetti ai lavori, stampa e tantissimo pubblico amante di degustazioni di vini della tradizione della Maremma DOC.

Vigneti di Ciliegiolo (Maremma)

Vigneti di Ciliegiolo (Maremma)


La giornata di lunedì si è aperta in un perfetto tour tra le cantine selezionate (Il Sassone Tenuta, e Serraiola wine), adagiate sul territorio incontaminato e affascinante della Maremma Toscana, luoghi che incantano quanto il potere dei loro vini, d’altronde ogni vitigno è un pezzo di questa terra.

Nel pomeriggio banco aperto per dialogare ancora con i produttori della DOC.

Abbiamo degustato questa regione appieno, mettendo a confronto osservazioni, caratteristiche, preferenze.
I vini della Maremma toscana non hanno bisogno di tante definizioni, chi ama il vino buono lo sa.

La parola d’ordine rimane invariata: un sorso tira l’altro!

Simona Cecchereni, Adriano Bauguii, chef Bruno Salerno (Tenuta Sassone)

Simona Cecchereni, Adriano Bauguii, chef Bruno Salerno (Tenuta Sassone)


La giornata e la chiusura della Kermesse si è conclusa con un elegante cena di gala.

Maremmachevini, Parterre per la cena di gala

Maremmachevini, Parterre per la cena di gala


 

Isabella Scuderi
Nata a Catania nel mese di ottobre, attualmente vive e lavora a Milano. Un Master in Giornalismo Enogastronomico presso l’Accademia Telematica Europea. Dopo alcune esperienza lavorative nel settore commerciale della ristorazione, intraprende l’attività di consulente per aziende del food ed editorialista per alcune testate a diffusione nazionale.Giornalista, Food Blogger, trendsetter, dopo alcuni anni passati a farsi le ossa in giro per l’Italia è ora libera professionista nel campo più ampio della comunicazione di eventi legati alla moda/enogastronomia di nicchia. Appassionata di scarpe e stili di vita, running e food, compra spesso libri di induismo e fisica quantistica legata alla legge di attrazione. Spesso in viaggio sulla rotta Milano -Montecarlo, ha fatto del glamour una esperienza esistenziale e mentale, sempre alla ricerca di nuove attrattive e stili da scoprire. Ha un blog: La cucina veste Isa, un luogo di armonie e di affetti, dove tradizione,passione e senso del bello, trovano la giusta relazione per spiegarlo.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Nazionale Italiana Cuochi alle Olimpiadi di Cucina
Alla Locanda del Cont
Buonerìa, la vera pizza verace che promette di conquistare Firenze