Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Millefoglie di triglie e patate

Manuela e la ricetta di un abbinamento che ha sempre trovato naturale … Triglie e patate per un’ottima millefoglie.
Di Manuela Conti

Ricordo perfettamente i primi rudimenti di cucina: assolutamente vietato mischiare il pesce coi formaggi.

Sarà che la cucina negli anni ’80 era decisamente diversa da quella odierna, sarà che non basta un no con la sottoscritta, ma ci vogliono le dovute argomentazioni per convincermi, fatto sta che a me certi accostamenti sono sempre sembrati immediati e scontati.

Sono ottime sia calde che fredde, ma non devo stare a spiegarvi io che la mozzarella filante è tutta un’altra cosa!

Millefoglie di triglie e patate
Print
Categoria: Secondi di pesce, Antipasto
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 8 filetti di triglia
  • una patata media
  • pangrattato
  • 1 cucchiano di succo di limone
  • sale
  • erbe aromatiche a piacere per la panatura (origano, maggiorana, menta)
  • 1 mozzarella di bufala (meglio se sgocciolata bene per qualche ora o del giorno prima)
  • olio extravergine di oliva
Istruzioni
  1. Affettate la mozzarella e lasciate sgocciolare.
  2. In una terrina mescolate il pangrattato, le erbe, il sale, il succo di limone e un filo d'olio.
  3. Pelate la patata e tagliatela a fette di ½ cm di spessore.Fatele bollire in acqua per dieci minuti.
  4. Con un coltello affilato ricavare dal filetto di triglia due sfoglie di pesce. Adagiate la prima sfoglia su una pirofila rivestita di carta forno e leggermente unta di olio. Su questo filetto montate gli ingredienti in questo modo: filetto, patata, panatura , mozzarella, panatura, filetto, patata e panatura e filetto.
  5. Irrorate con poco olio e cuocete in forno per non più di 10 minuti a 200°C.

 

 

Manuela Conti
Manuela Conti, qualcuno la conosce come Melina, 34 anni, vive da sempre in quella che chiamano la verde brianza, ma con l’anima è rimasta in Sudamerica. Tre bimbi, una laurea in Scienze Ambientali e una passione smodata per la cucina e la per la terra. Gestisce inoltre un blog che si chiama Con le mani in pasta.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Alla scoperta del Jamon Iberico
Azienda Vitivinicola Tiezzi, Montalcino
Muffin al radicchio e pinoli