Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

OLTREGUSTO L’Evento Che Incontra I Sapori Dell’Oltrepò Pavese

Sabato 16 e domenica 17 settembre 2017 si è tenuto l’evento Oltregusto, in collaborazione con la   Strada del vino e dei sapori dell’Oltrepò Pavese, e la cantina Regionale di Lombardia. 

Scritto da Isabella Scuderi

Cantina Regionale della Lombardia (Oltregusto)


Oltregusto;  un evento che vede anche la collaborazione col Consorzio enoteca Regionale di Lombardia, e la strada del vino e dei sapori dell’Oltrepò Pavese, un’edizione che si rinnova per dar vita alle più profonde radici vive in questo territorio.

Vino, cibo, cultura, storia dell’Oltrepò Pavese, sostanza che raggruppa tante peculiarità del luogo, a maggior ragione le tipicità gastronomiche e i prodotti agricoli del territorio, con grande rilievo alle cantine simbolo di lustro della provincia di Pavia, il messaggio è quello di unire la promozione del territorio attraverso un connubio elegante e d’effetto; cibo, vino e opera lirica.


Risotto Carnaroli “La Rossera” ai pistilli di zafferano di Mornico Losana mantecato con caprini dell’Oltrepò e riduzione al Pinot Nero “Postumio” Pinot Nero Spumante O.P. D.O.C.G. Cantina di Casteggio



Guancia di maialino cotta a bassa temperatura con crema di zucca Berrettina e verdurine croccanti
Pinot Nero Casteggio O.P. D.O.C. Cantina di Casteggio


Semifreddo alla pesca bianca con sorbetto al Sangue di Giuda
Moscato O.P. D.O.C. Cantina di Casteggio


Si è svolta sabato 16  settembre presso la cantina “Terre d’Oltrepò”, la serata inaugurale “A Cena con l’Opera” , un grande inizio di maestrie italiane, la musica lirica e

Il soprano Susie Georgiadis, il la pianista Irina Kravchenko


il cibo hanno liberato un atmosfera nobile, interpretate da professionisti come Angiolina Sensale, il soprano Susie Georgiadis, il tenore Carlos Antonio De Lucia e la pianista Irina Kravchenko, in un gemellaggio con le proposte abbinate dallo chef Daniele Mascherini, talentuoso chef del Bistrot dell’Enoteca Regionale.

Nella seconda tappa di Domenica 17, non sono mancati gli show cooking di rito, con due nomi di spicco della ristorazione milanese; Claudio Sadler ristorante Sadler Milano che ha cucinato la “Zuppa pavese come la vedo io”, e Fabrizio Ferrari ristorante Unico Milano, che ha presentato il “Risotto ai porcini con polvere di Santoreggia e ristretto di Pinot Nero”, serviti in abbinamento i vini, Roccapietra cruasé metodo classico, e Riesling Collo del Bricco 2015 Oltrepò Pavese.

I vini dell’Oltrepò Pavese


 

OP Cruasé Roccapietra ’10


Bianco, rosso, rosè, i colori del vino, del piacere di assaporarne ogni elemento, è qui che il Pinot Nero in Oltrepò Pavese nasce e prende forma, quella forma che si tramuta in vino, A.I.S. Pavia ha condotto la degustazione abbinata alla pietanza cucinata dall’esperto enogastronomo e scrittore locale Valerio Bergamini.

 

Claudio Sadler ristorante Sadler Milano  ha cucinato la “Zuppa pavese come la vedo io”


 

Claudio Sadler ristorante Sadler Milano che ha cucinato la “Zuppa pavese come la vedo io”


Note del territorio

L’Oltrepò Pavese è una terra colma di storia, di luoghi che regalano un incanto, contornata dal fascino di antichi castelli e verdeggianti boschi incontaminati, da secoli assume un’importanza enologica di grande rilievo, di fatto la produzione di Pinot Nero vanta la maggior estensione in Italia, oltre il Pinot nero sulle colline oltrepadane troviamo altrettanti vitigni rappresentativi, Croatina, Barbera, Reasling, e Moscato, il vino della tradizione è il Bonarda un vino giovane da bere con leggerezza.

Pavese, Lomellina, Oltrepò offre alcune produzioni di nicchia ben noti, come la zucca Berrettina di Lungavilla, il salame di Varzi, il salame d’oca di Mortara, la cipolla d’orata di Voghera, il miccone pavese, un pane che dura nel tempo, le diverse varietà di risi Carnaroli, Vialone nano, Baldo e altri ancora, Caprini, Crescenze, Taleggi Gorgonzola, la maratona a tavola è lunga, ed è zona di tartufi, nella pregiata varietà del bianco, senza dilungarmi tanto l’Oltrepò Pavese si può definire una terra d’assaggio, dove ogni luogo è frutto del trascorrere dei secoli semplicemente nel tramandare le sue tradizioni.

Buon viaggio verso l’Oltrepò Pavese.

Federazione della Strada del Vino e dei Sapori di Lombardia

 

 

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Isabella Scuderi
Nata a Catania nel mese di ottobre, attualmente vive e lavora a Milano. Un Master in Giornalismo Enogastronomico presso l'Accademia Telematica Europea. Dopo alcune esperienza lavorative nel settore commerciale della ristorazione, intraprende l'attività di consulente per aziende del food ed editorialista per alcune testate a diffusione nazionale.Giornalista, Food Blogger, trendsetter, dopo alcuni anni passati a farsi le ossa in giro per l'Italia è ora libera professionista nel campo più ampio della comunicazione di eventi legati alla moda/enogastronomia di nicchia. Appassionata di scarpe e stili di vita, running e food, compra spesso libri di induismo e fisica quantistica legata alla legge di attrazione. Spesso in viaggio sulla rotta Milano -Montecarlo, ha fatto del glamour una esperienza esistenziale e mentale, sempre alla ricerca di nuove attrattive e stili da scoprire. Ha un blog: La cucina veste Isa, un luogo di armonie e di affetti, dove tradizione,passione e senso del bello, trovano la giusta relazione per spiegarlo.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il Negroni: continuiamo con i nostri drink Pre - Dinner
Il Brigante - La Costa
La Fromagerie: passione al Beaufort nel cuore di Londra