Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Pane alla zucca

La mia proposta per il Menù delle Streghe è un delizioso pane realizzato con farina di zucca, ovviamente bio!

Scritto da: Delizie&Confidenze

Pane alla zucca

Pane alla zucca

Nella cultura gastronomica italiana, la zucca è subentrata assieme agli altri prodotti tipici del continente americano.
Il frutto, che raggiunge notevoli dimensioni, matura nel periodo autunnale ed è noto per la sua dolcezza, lo scarso apporto calorico, la ricchezza in sali minerali e vitamine.
Si utilizza cotta (prevalentemente al forno o in padella) e spolpata, ma anche essiccata, candita e sotto forma di farina, sebbene forse in Italia la farina di zucca, la zucca secca e quella candita sono ancora poco conosciute e/o trattate.
La farina di zucca è una polvere ricavata dalla macinatura accuratissima della polpa essiccata ricavata dal frutto fresco, non cotto.
Alcune farine di zucca hanno un colore meno acceso della polpa fresca, in seguito all’ossidazione durante il processo di lavorazione; altre farine rimangono invece ben pigmentate, probabilmente in merito a differenti processi di lavorazione.
Ad ogni modo, meglio consultare sempre l’etichetta nutrizionale per verificare che l’alimento non sia ricco di additivi alimentari di cui generalmente ne sono prive le farine biologiche: meglio un colorito più tenue e meno acceso della farina che assumere additivi, no?
La farina di zucca è utilizzata nella cucina per celiaci in quanto non contiene glutine.
(NB: la ricetta che sto per proporvi prevede un mix di farine diverse, pertanto NON è da considerarsi Gluten Free)
Dopo questa piccola introduzione sulle caratteristiche di questa farina, passiamo alla ricetta.
Pane alla zucca
Print
Categoria: Bread
Cuisine: Halloween recipes
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Pane realizzato con farina di zucca
Ingredienti
  • 450 gr di farina di grano tenero tp.0
  • 400 gr di farina di zucca essiccata
  • 100 gr di farina manitoba
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
  • 30 gr di lievito di birra fresco
  • 30 gr di olio di oliva extravergine
  • 550 gr di acqua tiepida
  • semi di zucca q.b.
Istruzioni
  1. Disporre a fontana sul piano da lavoro le farine.
  2. Sciogliere in un bicchiere dell'acqua tiepida indicata il panetto di lievito e versare al centro della fontana.
  3. Unire il malto d'orzo ed iniziare ad incorporare poca farina alla volta.
  4. Man mano che si incorpora farina, aggiungere altra acqua, l'olio ed il sale, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo che lasceremo riposare per 20 minuti in un luogo caldo e coperto da un panno (ottimo è lasciarlo nel forno con la sola lucina accesa)
  5. Trascorso il tempo di riposo, riprendere l'impasto, lavorare nuovamente e aggiungere i semi di zucca; quindi spezzare in tre pezzi (oppure se si vogliono realizzare dei panetti più piccoli, spezzare in pezzi da 100 gr cad.)
  6. Appallottolare e decorare la superficie con altri semi di zucca se si preferisce (per far ciò prima inumidire leggermente la superficie del pane); lasciar lievitare nuovamente per circa 60 minuti sulla teglia infarinata (o coperta da carta forno) coperti con un telo.
  7. Completata questa seconda lievitazione. infornare (forno già caldo) a 220°C lasciando sul fondo del forno una teglia con dell’acqua: l’acqua formerà all’interno del forno l’umidità necessaria per la corretta lievitazione.
  8. Trascorsi i primi 20 minuti, togliere la teglia d’acqua, abbassare la temperatura a 190° e completare la cottura del pane per altri 35 minuti circa.
  9. Lasciar raffreddare il pana alla zucca prima di gustarlo.
  10. Per donare ai panini la classica forma di zucca possiamo optare per due tecniche:
  11. - durante la seconda lievitazione di 1 ora, con un coltellino ben affilato praticate 8 tagli sulla superficie dell’impasto, per creare le classiche scanalature degli spicchi e renderlo simile ad una vera zucca.
  12. - durante la seconda lievitazione di 1 ora, usare dello spago da cucina con cui fare 4 intrecci per così ottenere 8 spicchi. Ricordarsi di oleare bene lo spago prima di legare il panetto così da facilitarne poi l'eliminazione dal pane cotto.
  13. La tecnica da me utilizzata? Nessuna: avevo voglia di stupire i miei commensali portando in tavola un pane dall'aspetto esterno comune ad altri pani, ma una volta aperto scoprire dal profumo, dalla presenza dei semi di zucca all'interno, e dal colore ambrato della mollica, che si tratta di un pane alla zucca, e quindi..... trick or treat??
Dimensione: 4-6
Note
http://www.delizieeconfidenze.com/2017/10/pane-alla-zucca.html

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Delizie & Confidenze
Nata in un paesino in provincia di Roma, e trasferita per amore al ridosso della capitale, oggi mamma di Riccardo, meglio conosciuti da tutti i miei lettori come “topino”. Pasticciare tra i fornelli, creare nuovi piatti dolci e salati è ciò che amo fare da sempre! E da questa passione per la cucina è nato il mio blog “Delizie & Confidenze”, un mondo virtuale dove raccontarmi e condividere le mie esperienze e il mio crescere tra i fornelli. La mia maestra più importante è stata la mia mamma, e da lei ho ereditato le ricette più tradizionali della mia famiglia che vanno dai sapori di una cucina più ciociara, grazie alle origini di mia mamma, a quelli di una cucina lucana, grazie alle origini di mio padre. A soli due anni di età del mio topino però, una rivoluzione nella mia cucina: con la scoperta delle allergie alimentari del mio bambino, ho iniziato a studiare e a far mie le ricette della cucina vegana; per dargli la possibilità di non rinunciare a nulla, oltre ad una ricerca più curata di materie prime più biologiche. Amo tutto ciò che è arte e creatività. A farmi felice è il sole, il mare, gli animali, cucinare e, soprattutto, gli abbracci ed i sorrisi di topino. Per lui e grazie a lui sono autrice di una raccolta di filastrocche. Oggi pasticcio ai fornelli per lui, per gli amici, e per tutti voi che cercate un nuovo spunto per un nuovo piatto sul web. Sabrina

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Zuppa di zucca cremosa e arachidi
Trota rossa con infuso di melograno ed insalata rossa
Gelato cremoso al limone in 5 minuti! Con e senza gelatiera