Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Pane sapido al formaggio

Qui in HonestCooking.it pensiamo anche ai vostri spuntini. Fame? Pane sapido al formaggio.
Di Stefania Motta

Pane sapido al formaggio
Print
Categoria: Antipasti - Pane, pizze e focacce
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni:
Ingredienti
  • 190 g di farina
  • 130 g circa di emmenthal grattugiato grossolanamente (cheddar o gruyere)
  • 60 g di cheddar a dadini ( emmenthal o gruyere )
  • 2 cucchiai di erba cipollina fresca tritata
  • 1 cipollina piccola fresca tritata finemente
  • 60 ml di olio d'oliva
  • 60 ml di latte a temperatura ambiente
  • 3 uova grandi a temperatura ambiente
  • un cucchiaino di pepe nero
  • un pizzico di pepe di cayenna
  • mezzo cucchiaino di sale
  • un cucchiaio di lievito in polvere
Istruzioni
  1. Accendete il forno a 170° .
  2. In una grande ciotola mettete la farina, il lievito, il sale, il pepe, e il pepe di cayenna.
  3. A parte in un'altra ciotola mettete le uova mescolate bene con la frusta da cucina unite il latte e l'olio.
  4. Versate gli ingredienti umidi sopra a quelli secchi e delicatamente con un cucchiaio di legno mescolate per amalgamare gli ingredienti, non serve un composto omogeneo gli ingredienti secchi devono essere bagnati, aggiungete i formaggi, l'erba cipollina, e la cipollina mescolate .....il composto è molto denso.
  5. Imburrate molto bene con generosità gli stampi ( due non grandi quelli in alluminio ) versate ¾ del composto e sistematelo con il dorso del cucchiaio, poi il restante versatelo con 3 cucchiai sopra in modo che siano piccole montagnole lungo il cake.
  6. Cuocere in forno per 35 / 40 minuti è perfetto quando la parte superiore è dorata e infilando la lama di un coltello esce asciutta e pulita. Togliete il pane al formaggio dal forno e mettete lo stampo su una griglia, aspettate una decina di minuti prima di toglierlo poi lasciatelo raffreddare sempre su di una griglia prima di tagliarlo a fette

Stefania Motta
Stefania Motta 51 anni vive in Romagna non distante dal mare con il marito e un gatto bianco e nero di nome mandorla. Interessata di moda e costume ha intuito da tempo come il cibo non sia solo un bisogno primario oppure un vizio, ma uno stile di vita. Ha cominciato a guardare delle belle ricette con la stessa curiosità con cui seguiva le collezioni d’abbigliamento e il passo è stato breve per aprire un food blog in cui pubblicare ricette e fotografie.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Pandorini al limone al profumo di Strega
Aquario - Gennaio 2013
Fatti in casa - L'arte della conservazione sotto vetro