Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Panna cotta al pepe lungo

Panna cotta al pepe lungo: genesi, cenni e ricetta. Da non perdere.
Di Micol Cerruti

Si narra che sia nata in Piemonte intorno ai primi del Novecento, nelle Langhe per la precisione, per opera di una signora ungherese. E’ un dessert che si può preparare in mille varianti, ogni cucina ha la sua ricetta: c’è chi usa il latte, chi lo miscela con la panna, chi usa solo quest’ultima, chi usa la colla di pesce, chi l’albume montato e la cuoce in forno, chi aggiunge la vaniglia, chi la cannella, insomma ognuno la personalizza come vuole … e alla fine quale sia la ricetta corretta … beh,non si sa. Personalmente è sempre stato il mio dolce “al cucchiaio” preferito, e l’ho sempre adorato in purezza, senza aggiungere salse di accompagnamento, caramello o simili. La mia versione prevede solo l’utilizzo di panna. Trovo che sia semplicemente perfetta cosi….nella sua semplicità e nella sua suadente squisitezza.

Panna cotta al pepe lungo
Print
Categoria: Dolci
Autore:
Preparazione:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • INGREDIENTI per 4 persone:
  • 500 ml di panna freschissima
  • 120 gr di zucchero fine
  • 15 gr di gelatina in fogli
  • una stecca di vaniglia
  • 6 grani di pepe lungo (4 per la decorazione)
Istruzioni
  1. Fate ammorbidire la gelatina per qualche minuto in una ciotolina colma d'acqua a temperatura ambiente.
  2. Mettere in un pentolino la panna con due grani di pepe,la stecca di vaniglia aperta a meta' nel senso della lunghezza e lo zucchero e scaldare il tutto a fuoco basso,senza arrivare al bollore.
  3. Eliminare pepe e vaniglia e,fuori dal fuoco,unire la gelatina strizzata mescolando finche' si sara' sciolta (la stecca di vaniglia si puo' riutilizzare;lavarla,asciugarla bene e conservarla in un vasetto di vetro).
  4. Lasciare intiepidire il composto,versarlo in 4 stampini (io personalmente ho usato le tazzine del caffe') e metterli in frigo a rassodare per almeno 4 ore.
  5. Per questa panna cotta trovo perfetta una salsa,da servire a parte,fatta semplicemente frullando qualche fragola con zucchero e succo di limone,poi scaldata a fuoco moderato e fatta bollire per 10 minuti.Naturalmente potete anche gustarla cosi'..... in purezza:io l'ho decorata mettendo un solo grano di pepe lungo per tazzina.

Micol Cerruti
Micol e’ piemontese di origini ed è nata nella terra del riso, dove ha vissuto fino all’eta’ di 25 anni. Nel 2005 si trasferisce prima a Todi e poi a Perugia, nel cuore verde dell’Italia, dove vive tutt’ora. Ha fatto della cucina una piccola arte e ama sperimentare ingredienti poco noti e conosciuti trasformandoli in una sorta di “esperienza mistica”.
Il suo blog nasce in primis con l’intento di riportare alla luce vecchie ricette, le cosiddette ricette della nonna aggiungendovi insoliti particolari per renderle uniche. Micol ha tre grandi passioni: i gatti, i dolci e … lo zenzero.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Crostata di limone
Norcineria italiana gluten free: il prosciutto cotto Lenti e Lode
Strudel con verdure e mozzarella di bufala