Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Polpette con uovo di quaglia sodo

Un’idea simpatica e gustosa per un secondo diverso, in cui è l’uovo stesso la sorpresa!

Scritto da Delizie&Confidenze

Polpette con sorpresa

Polpette con (a sorpresa) uovo sodo di quaglia

 

Le avevo viste già lo scorso anno sul web, e non ho resistito nel proporle anche io alla mia tavola di Pasqua già lo scorso anno, ma usai delle uova di gallina ed il risultato era troppo …. buonissime, ma troppo!

Quest’anno ho voluto replicare ma utilizzando delle uova di quaglia.

Un’idea simpatica e gustosa per un secondo diverso, in cui è l’uovo stesso la sorpresa!

Polpette con (a sorpresa) uovo di quaglia sodo
Print
Categoria: Secondo
Cuisine: Ricette di Pasqua
Autore:
Ingredienti
  • ½ kg carne macinata di vitellone
  • 10 uova di quaglia sode
  • pane raffermo q.b.
  • prezzemolo
  • sale
  • noce moscata
  • semi di papavero q.b.
  • 2 uova intero (di gallina stavolta)
  • formaggio grattugiato (parmigiano)
  • panatura di mais q.b.
  • olio per frittura
Istruzioni
  1. Per preparare le polpette con sorpresa dobbiamo prima di tutto cuocere le uova di quaglia:
  2. in un pentolino disporre le uova di quaglia e coprire con dell'acqua. Portare a bollore dell'acqua e cuocere per 4 minuti da quando l’acqua bolle, quindi scolare delicatamente, farle raffreddare e sgusciare.
  3. Nel frattempo, in una scodella mettete il pane in ammollo con dell'acqua (se si preferisce, utilizzare del latte).
  4. In una terrina capiente mettere la carne macinata, un uovo intero, la noce moscata, una manciata di semi di papavero, due cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale ed il pane ben strizzato. Unire il prezzemolo tagliuzzato e lavorare con le mani per mescolate ed amalgamare bene tutti gli ingredienti.
  5. Prelevare poco composto di macinato alla volta, disporlo sul palmo della mano e schiacciarlo bene.
  6. Al centro disporre un uovo sodo di quaglia e avvolgerlo con il composto dandogli la forma di una polpetta leggermente allungata.
  7. In una ciotola sbattere con una forchetta il secondo uovo di gallina, e versare in un altro piatto la panatura di mais.
  8. Passare le polpette con sorpresa prima nell'uovo sbattuto, poi nella panatura di mais.
  9. Friggere le polpette in olio bollente, scolatele su carta da cucina per eliminare l’unto e servitele con qualche foglia di insalata e qualche ciuffo di germogli misti.
  10. In alternativa potete cuocerle in forno per una decina di minuti a 180°.
Dimensione: 10 pezzi
Note
http://www.delizieeconfidenze.com/2017/04/polpette-con-sorpresa-uovo-di-quaglia.html

 

Delizie & Confidenze
Nata in un paesino in provincia di Roma, e trasferita per amore al ridosso della capitale, oggi mamma di Riccardo, meglio conosciuti da tutti i miei lettori come “topino”.
Pasticciare tra i fornelli, creare nuovi piatti dolci e salati è ciò che amo fare da sempre! E da questa passione per la cucina è nato il mio blog “Delizie & Confidenze”, un mondo virtuale dove raccontarmi e condividere le mie esperienze e il mio crescere tra i fornelli.
La mia maestra più importante è stata la mia mamma, e da lei ho ereditato le ricette più tradizionali della mia famiglia che vanno dai sapori di una cucina più ciociara, grazie alle origini di mia mamma, a quelli di una cucina lucana, grazie alle origini di mio padre.
A soli due anni di età del mio topino però, una rivoluzione nella mia cucina: con la scoperta delle allergie alimentari del mio bambino, ho iniziato a studiare e a far mie le ricette della cucina vegana; per dargli la possibilità di non rinunciare a nulla, oltre ad una ricerca più curata di materie prime più biologiche.
Amo tutto ciò che è arte e creatività. A farmi felice è il sole, il mare, gli animali, cucinare e, soprattutto, gli abbracci ed i sorrisi di topino.
Per lui e grazie a lui sono autrice di una raccolta di filastrocche.
Oggi pasticcio ai fornelli per lui, per gli amici, e per tutti voi che cercate un nuovo spunto per un nuovo piatto sul web.
Sabrina

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Cibo a regola d'Arte: "quasi" innamorata di Oldani
Kiyo Restaurant Menu Giapponese
Canederli in rosa: gnocchi di pane alla barbabietola