Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Polpette vegetariane di lenticchie

Vi piacciono le polpette? Siete vegetariani o semplicemente avete fatto il fioretto di mangiare sano e leggero? Questo piatto a base di lenticchie fanno per voi.
Di Marta Bianchin

Ultimamente cerchiamo di seguire una dieta più sana e più variata. Uno degli obiettivi è cercare di mangiare meno carne, così mi sto ingegnando per mettere in tavola piatti sani sì, ma anche appetitosi. Le lenticchie sono il cereale sono il cereale più antico coltivato dall’uomo, sono ricche di sali minerali, vitamine e fibre.Le lenticchie hanno un alto valore nutritivo, hanno un alto contenuto proteico, una buona quantità di zuccheri e una scarsa quantità di grassi, hanno proprietà antiossidanti, sono ricche di vitamina PP che fa si che abbiano un ruolo di equilibratore del sistema nervoso. Infine sono molto indicate per chi necessita di ferro, mentre sono sconsigliate in soggetti iperuremici.

E’ preferibile scegliere le lenticchie secche, rispetto a quelle in scatola, perchè sono più ricche di principi nutritivi e non contngono conservanti. Cuocerle è piuttosto facile, basterà mantenere le lenticchie in ammollo in anticipo (dalle 4 alle 12 ore, quindi ad esempio la mattina per la sera), aggiungendo del bicarbonato (1 cucchiaino per litro), per evitare che in cottura si formi una pellicola che le renderebbe meno appetitose. Una volta ammollate, basterà sciacquarle e trasferirle in una pentola, coprirle abbondantemente d’acqua, e cuocerle a fuoco lento per circa 30 minuti (vale sempre la prova assaggio…diversi tipi di lenticchie possono richiedere diversi tempi di cottura).

Polpette vegetariane alle lenticchie
Print
Categoria: Secondo
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 2-3
Ingredienti
  • 400 g di lenticchie già lessate
  • 50 g di pane di segale
  • ½ bicchiere di latte
  • 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 fili di erba cipollina
  • 1 uovo
  • 4-5 cucchiai di pane grattugiato
  • sale e pepe q.b.
  • olio di arachidi per friggere
Istruzioni
  1. Tagliate il pane a pezzetti e ammollatelo nel latte.
  2. Passate le lenticchie (che avrete precedentemente lessato) al passaverdure (o se non lo avete frullatele velocemente col frullatore, non troppo finemente), e trasferitele in una capiente ciotola.
  3. Tritate finemente le erbe e aggiungetele alle lenticchie.
  4. Strizzate il pane e lavoratelo con una forchetta in modo da spappolarlo. Aggiungete quindi alle lenticchie.
  5. Sbattete l'uovo, aggiungetevi il parmigiano, salate e pepate. Aggiungete quindi alle lenticchie.
  6. Aggiungete quindi 1 cucchiaio abbondante di pane grattugiato a tutti gli altri ingredienti anche il pane e impastate con le mani fino a ottenere un composto abbastanza omogeneo.
  7. Fate delle palline con le mani, delle grandezza che desiderate e passatele nel resto del pane grattugiato. Trasferitele in un piatto e lasciatele riposare per circa 30 minuti. Con questa quantità ho ottenuto 12 polpette.
  8. Versate l'olio in un tegame, e portatelo a temperatura (controllate con uno stecchino, quando inizia a fare le bollicine avrà raggiunto la temperatura ideale), e tuffatevi poche polpette per volta e cuocetele, girandole, per 5-6 minuti.
  9. Servite ben calde.
Note
- Io le ho accompagnate con una simil-besciamella leggera (200 ml di latte o brodo se preferite, due cucchiai di maizena, 10 g di burro), aromatizzata con 2 cucchiai di curry. Sono ottime anche con la senape. - Se preferite, potete cuocerle in forno, basterà disporle su una leccarda coperta di carta forno, ungendole con poco olio EVO. Cuocete a 200° per circa 15 minuti (a seconda di quanto sono grandi le polpette).

 

Marta Bianchin
Autrice del blog Research & Kitchen. Nata a Vicenza e trasferita da poco a Torino. Psicologa in pausa di riflessione (ovvero in cerca di lavoro) dopo una “vita” spesa per la ricerca. Appassionata di cibo, vino e fotografia, adoro leggere e viagiare. Research&Kitchen nasce come raccolta dei miei esperimenti in cucina, luogo in cui il tempo si ferma per dar spazio all’amore per i sapori e gli abbinamenti, e alla gioia di cucinare per amore e per passione!

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Montefalco Sagrantino Docg - Azienda Agraria Scacciadiavoli
Mousse vegana di avocado e cioccolata
Pasta e fagioli