Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Sformatini mediterranei

Sformatini mediterranei un antipasto non solo bello da vedersi, ma anche super buono.

Scritto da Cucina Casereccia

 

Sformatini mediterranei

Sformatini mediterranei

Con questi sformatini, il successo è assicurato e non è ideale solo per una cena con amici, ma anche per un buffet di una festa o di un evento speciale.

Non è proprio veloce preparare gli sformatini mediterranei, però è semplice, niente di complicato e poi ne vale la pena, credetemi.

Mentre, a tavola, le mie figlie e mio marito li mangiavano, si sentiva solo un verso…mmmmm!!! mamma che buoni…quindi preparateli e poi raccontatemi la reazione dei vostri commensali.

Ma vediamo cosa occorre.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 4 melanzane peso totale di circa 500 g
  • 300 g di zucchine
  • 1 scalogno o cipolla se preferite
  • 1 mazzetto di basilico
  • 2 pomodori maturi e sodi
  • 100 g di mozzarella
  • 1 uovo
  • burro q.b
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • pirottini

Passiamo alla preparazione della ricetta antipasti

SFORMATINI MEDITERRANEI

Laviamo e spuntiamo tutte le melanzane; solo a due melanzane, stacchiamo la buccia, con un pelapatate o con un coltello molto affilato, in strisce larghe e sottili. Facciamole scottare in acqua salata in ebollizione per 30 secondi, scoliamole; facciamole poi, rosolare rapidamente in una padella antiaderente in cui verseremo un po’  di olio e scoliamole nuovamente; teniamole da parte.

1

Prendiamo le altre due melanzane e tagliamole a fette sottili, sempre con il pelapatate; facciamole rosolare in una padella con un po’ d’olio, scoliamole e teniamole da parte.

2

Riprendiamo le melanzane senza la buccia e tagliamole a cubetti, tagliamo a cubetti anche le zucchine dopo averle lavate e asciugate.

3

Tritiamo lo scalogno e facciamolo soffriggere in un po’ d’olio, uniamoci le zucchine e le melanzane a cubetti, facciamo rosolare brevemente, mescolando con un cucchiaio di legno e continuiamo la cottura per 5 minuti, a fuoco moderato.

Tagliamo a dadini i pomodori (potete vedere qui come fare) e aggiungiamoli alle zucchine e melanzane, insaporiamo con un pizzico di sale e di pepe e continuiamo a cuocere per altri 5 minuti.

Uniamo poi, il basilico lavato e spezzettato, togliamo il tutto dal fuoco, versiamo in una ciotolina e aggiungiamoci l’uovo.

Mescoliamo bene il tutto e lasciamo da parte.

4

Prendiamo i nostri pirottini e se occorre imburriamoli.

Tagliamo a dadini la mozzarella (se dovesse contenere molta acqua, lasciamola colare un po’)

Foderiamoli con le strisce di buccia e con le fette di melanzane, alternandole e lasciando sporgere almeno 3 cm dal bordo.

5

Riempiamoli poco meno della metà con il composto preparato, poggiamo al centro qualche dadino di mozzarella, compriamo con altro composto e ripieghiamo le bucce e le fette di melanzane sporgenti, sul composto.

6

La cottura avviene in forno a bagnomaria, quindi poggiamo gli sformatini mediterranei in una recipiente e riempiamolo d’acqua fino a ricoprire per metà gli sformatini.

7

Inforniamo in forno ventilato,  già caldo a 180° per 20 minuti.

Togliamo dal forno e lasciamoli raffreddare per 10 minuti.

Capovolgiamo, poi gli stampini sul piatto di portata e serviamo in tavola.

Se piace possiamo servirli anche con della salsa di pomodoro fresco servita calda.

Sformatini mediterranei
Print
Categoria: Antipasto
Cuisine: Italiana
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 4 melanzane peso totale di circa 500 g
  • 300 g di zucchine
  • 1 scalogno o cipolla se preferite
  • 1 mazzetto di basilico
  • 2 pomodori maturi e sodi
  • 100 g di mozzarella
  • 1 uovo
  • burro q.b
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • pirottini
Istruzioni
  1. Laviamo e spuntiamo tutte le melanzane; solo a due melanzane, stacchiamo la buccia, con un pelapatate o con un coltello molto affilato, in strisce larghe e sottili. Facciamole scottare in acqua salata in ebollizione per 30 secondi, scoliamole; facciamole poi, rosolare rapidamente in una padella antiaderente in cui verseremo un po’ di olio e scoliamole nuovamente; teniamole da parte.
  2. Prendiamo le altre due melanzane e tagliamole a fette sottili, sempre con il pelapatate; facciamole rosolare in una padella con un po’ d’olio, scoliamole e teniamole da parte.
  3. Riprendiamo le melanzane senza la buccia e tagliamole a cubetti, tagliamo a cubetti anche le zucchine dopo averle lavate e asciugate
  4. Tritiamo lo scalogno e facciamolo soffriggere in un po’ d’olio, uniamoci le zucchine e le melanzane a cubetti, facciamo rosolare brevemente, mescolando con un cucchiaio di legno e continuiamo la cottura per 5 minuti, a fuoco moderato.
  5. Tagliamo a dadini i pomodori e aggiungiamoli alle zucchine e melanzane, insaporiamo con un pizzico di sale e di pepe e continuiamo a cuocere per altri 5 minuti.
  6. Uniamo poi, il basilico lavato e spezzettato, togliamo il tutto dal fuoco, versiamo in una ciotolina e aggiungiamoci l’uovo.
  7. Mescoliamo bene il tutto e lasciamo da parte.
  8. Prendiamo i nostri pirottini e se occorre imburriamoli.
  9. Tagliamo a dadini la mozzarella (se dovesse contenere molta acqua, lasciamola colare un po’)
  10. Foderiamoli con le strisce di buccia e con le fette di melanzane, alternandole e lasciando sporgere almeno 3 cm dal bordo.
  11. Riempiamoli poco meno della metà con il composto preparato, poggiamo al centro qualche dadino di mozzarella, compriamo con altro composto e ripieghiamo le bucce e le fette di melanzane sporgenti, sul composto.
  12. La cottura avviene in forno a bagnomaria, quindi poggiamo gli sformatini mediterranei in una recipiente e riempiamolo d’acqua fino a ricoprire per metà gli sformatini.
  13. Inforniamo in forno ventilato, già caldo a 180° per 20 minuti.
  14. Togliamo dal forno e lasciamoli raffreddare per 10 minuti.
  15. Capovolgiamo, poi gli stampini sul piatto di portata e serviamo in tavola.
  16. Se piace possiamo servirli anche con della salsa di pomodoro fresco servita calda.

 

Cucina Casareccia
Sono Maria Rosaria mamma di tre figlie che vive ad Arezzo ma proveniente da Napoli. Sono diplomata in ragioneria ma ho sempre amato più la cucina che i calcoli così mi sono dedicata completamente alla mia passione. Ho tre figlie per le quali cucinare e poi un marito e vicini di casa che mi fanno da cavie, che non vedono l’ora di provare i miei esperimenti.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Tarte aux pommes, ispirazione country per un dolce che sa di casa
IDfood – Ernst Knam
Scarcella pugliese, ricetta tradizionale pasquale