Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Sformatino di risotto con ragù di coniglio, piselli, fiori di zucca e olive nere

Sformatino di risotto con ragù di coniglio, piselli, fiori di zucca e olive nere: un primo davvero da Re! Provare per credere

Scritto da Marina Birri

honest cooking sformatino di risotto con ragù di coniglio

Sformatino di risotto con ragù di coniglio, piselli, fiori di zucca e olive nere

 

Ecco un piatto davvero risolutivo; potete preparare questi sformatini in anticipo e infornarli al momento.
Una molteplicità di sapori colpiranno il vostro palato, la tapenade di olive si sposerà perfettamente con l’insieme del piatto.

Vino consigliato:

LUNAE Vermentino colli di luni cavagino doc, un meraviglioso vino ligure di grande struttura, dal gusto pieno e vigoroso.

Ed ora …ACCENDIAMO I FUOCHI!

Sformatino di risotto con ragù di coniglio, piselli, fiori di zucca e olive nere
Print
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 320gdi riso Carnaroli
  • 2 dl. di brodo vegetale
  • 2 cosce di coniglio disossate
  • 2 scalogni
  • 1 spicchio di aglio
  • 200g di piselli
  • 8 fiori di zucca
  • Olive nere taggiasche qb
  • Olio evo qb
  • Sale pepe qb
  • Maggiorana
Istruzioni
  1. In una casseruola mettete l’olio e il coniglio tagliato in piccoli pezzi, successivamente aggiungete la base aromatica di aglio e scalogno.
  2. Bagnate con poco vino bianco e fate evaporare.
  3. Frullate una parte dei piselli in acqua fredda aggiungeteli al coniglio, correggete di sale e pepe.
  4. Tostare il riso con poco olio e proseguite la cottura con brodo vegetale.
  5. Giunti a metà cottura, aggiungete il ragù e portate a cottura.
  6. Terminate con la maggiorana, il parmigiano e poco olio.
  7. Ungete una cocottina con poco olio,
  8. inserite sul fondo i fiori di zucca appena scottati nel brodo vegetale, il risotto, cospargete di parmigiano e infornate a 190° per 5 minuti.
  9. Capovolgete nel piatto e servite con una tapenade di olive, ottenuta frullandole olive con olio e brodo vegetale
Marina Birri
Mi chiamo Marina Birri, vivo a Roma, una laurea in giurisprudenza, ma mai fatto l’avvocato, ho due figli ormai grandi e la mia più grande passione è la cucina, oltre la lettura.
Cucinare è passione, è amore, è ricerca, sperimentazione … toccare gli ingredienti e sentire che dal loro assemblaggio nascerà un piatto che darà felicità al palato di chi lo assaggerà, non ha euguali …è l’estasi!
La mia passione nasce in…Una cucina di tanti anni fa, la mia nonna paterna: inventiva, fantasia, creatività, ma anche rispetto delle tradizioni… e io bambina incantata dai suoi gesti, dalla sua maestria nel tirare una sfoglia, profumi meravigliosi, farina impalpabile vola nell’aria e lei lì che sforna il suo memorabile ciambellone (così alto non mi è mai venuto!). E ancora le sue torte e il magico quadernetto dove appuntava le sue ricette (chissà dove sarà finito?). Ero una bambina e la sua passione è diventata mia…amo cucinare, adoro scegliere gli ingredienti, manipolarli, tagliarli, cuocerli, friggerli, assemblarli e come in una favola magica si crea il piatto…la cucina è un’alchimia di passione, di amore, è una magia fantastica.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Milano Manga Festival: Manga e Cibo, Manga e Musica
La Fromagerie: passione al Beaufort nel cuore di Londra
Focaccine senza glutine