Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Sorgotto al radicchio

Il sorgo è un cereale privo di glutine. Per voi una ricetta davvero gustosa: sorgotto al Radicchio mantecato agli anarcardi.
Scritto da Simona Malerba

Trovo questo piatto veramente buono, una di quelle ricette da fare e rifare, insomma, di quelle che diventano dei classici. Sarà che a me anche il risotto al radicchio rosso è sempre piaciuto moltissimo, ma la versione sorgotto con mantecatura agli anacardi è veramente deliziosa e mi piace anche di più.
Sarà che il dolce dell’anacardo contrasta bene con il leggero amaro del radicchio, sarà che gli dà quella cremosità che lo rende goloso, sarà che il sorgo si presta bene a questo tipo di preparazioni, fatto sta che l’insieme è davvero interessante.
Per prepararlo basta solo un po’ di organizzazione per l’ammmollo del sorgo e degli anacardi. Ecco, per il resto niente di diverso da un risotto, stesso procedimento e stessi tempi di cottura.
La crema per la mantecatura finale ho scelto di farla frullando insieme sia gli anacardi che il radicchio, questo per esaltare il sapore leggermente amaro senza che l’anacardo lo coprisse troppo con la sua dolcezza. Non ho aggiunto altro alla fine se non un filo di olio evo. L’unica cosa che si può aggiungere volendo è qualche nocciola tritata per dare una parte croccante, ma non è indispensabile, dipende un po’ dai gusti.
Il sorgo è un cereale interessante, poco usato forse però vale davvero la pena utilizzarlo. Ha molte proprietà ed è molto versatile. E’ privo di glutine quindi adatto anche ai celiaci. E’ molto digeribile e facilmente assimilabile. Dal punto di vista nutrizionale contiene importanti sali minerali come ferro, calcio, potassio  vitamine B3 e vitamina E. Si trova in varie forme: in chicchi, in fiocchi, soffiato e in farina, basta solo la fantasia per utilizzarlo nelle ricette.
Sorgotto al radicchio
Print
Categoria: primo
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 2
Ingredienti
  • sorgo rosso: 180 g
  • radicchio rosso: 1 cespo (varietà secondo la stagione, precoce o tardivo)
  • vino rosso corposo vegan: ½ bicchiere
  • porro: 30 g
  • brodo vegetale: qb
  • anacardi: 30 g
  • olio evo: 3 C
Istruzioni
  1. Mettere gli anacardi a mollo in acqua per almeno 2 ore
  2. Lavare bene il sorgo e lasciarlo a mollo due/tre ore (ma anche di più)
  3. Tritare il porro finemente e farlo appassire con 2 C d’olio evo. Lavare e mondare il radicchio, tagliarlo a striscioline, aggiungerlo al porro con un po’ di sale e cuocerlo finchè sarà morbido. Frullare con il frullatore ad immersione senza renderla completamente cremosa.
  4. Frullarne due cucchiai con gli anacardi e tenere da parte
  5. Scolare il sorgo e tostarlo a secco per qualche minuto, aggiungerlo al porro, unire il vino e far sfumare, aggiungere poco brodo per volta e cuocerlo come un risotto. Dopo dieci minuti aggiungere il radicchio e portare a cottura.
  6. A fine cottura, fuori dal fuoco mantecare con la crema di anacardi, ed un filo d’olio evo.
Simona Malerba
Per inseguire la mia passione, sono passata dall’architettura al mondo del food. Oltre a questo, adoro gli animali, così mi sono lasciata alle spalle un passato da vegetariana e oggi sono felicemente vegana , mangio in modo il più possibile etico e consapevole e il mio amore per la cucina è diventato il mio lavoro. Elaboro ricette e fotografo per riviste, aziende e portali on-line. I miei scatti e le mie sperimentazioni culinarie sono su www.zuccheroeviole.com

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Torta al cioccolato senza farina
Zuppa di pesce alla Gallipolina
La ristorazione giovane di Porto San Giorgio. Una gita all'Arcade.