Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Tiramisù alle pesche

Amici di HonestCooking.it noi vi diamo delle belle idee … Voi realizzatele a casa vostra: ecco un meraviglioso tiramisù alle pesche.
Di Alessia Stano

Non sono un amante del classico tiramisù per la semplice ragione che non amo i dolci dove c’è il caffè, neanche il gelato. Ma adoro i dolci al cucchiaio, da cui questa versione alternativa… con le pesche è davvero perfetta.

Tiramisù alle pesche
Print
Categoria: Dolci
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 6
Ingredienti
  • per la crema
  • 2 uova
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 300 g di mascarpone
  • per le pesche
  • 4 pesche
  • 1 noce di burro
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 bicchiere di rum
  • 1 cucchiaio di marsala
  • per la sbriciolata alle mandorle
  • 20 g di mandorle
  • 15 g di acqua
  • 15 g di zucchero
  • 15 g di amaretti
  • savoiardi
Istruzioni
  1. Pulite le pesche e riducetele a spicchi. In una padella antiaderente fate sciogliere il burro, aggiungete lo zucchero e il rum, e fate evaporare l’alcol per qualche secondo. Aggiungete le pesche e cuocete per 5 minuti a fiamma alta, affinché siano morbide, ma non sfaldate. Togliete dal fuoco, recuperate i liquidi di cottura e tagliate a tocchetti le pesche.
  2. Nella stessa padella dove avete cucinato le pesche mettete le mandorle ridotte a pezzetti, e caramellatele con lo zucchero e l’acqua. A fiamma spenta aggiungete gli amaretti sbriciolati, e riducete tutto in briciole.
  3. Preparate la crema. Montate i due tuorli con lo zucchero; poi aggiungete il mascarpone ben freddo, e infine gli albumi montati a neve.
  4. Bagnate i savoiardi con il liquido di cottura delle pesche addizionato di una cucchiaiata di marsala secco, e disponeteli sul fondo delle coppe. Aggiungete le pesche, la crema, e poi fate un secondo strato con savoiardi bagnati, pesche e crema. Terminate con la sbriciolata alle mandorle.

 

Alessia Stano
Ventisei anni, una laurea in chimica, attualmente impegnata ad insegnare chimica nelle scuole superiori, ed una grande passione per il cibo, da cui è nato il blog Staffetta in cucina. Ovviamente la incuriosiscono molto gli aspetti chimici della cucina, ma è più legata ai procedimenti tradizionali. La sua passione: i dolci (di cui è golosissima) e fiori ed erbe spontanee, per le quali ha una vera ossessione.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Pollo con miele, lavanda e limone
De taart van m’n Tante - Amsterdam
Marchesi de' Frescobaldi hang out per Nipozzano Vecchie Viti