Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Torta alla crema di albicocca

Voglia di albicocca, fuori stagione? Questa torta è per voi!
Di Chiara Freschi

Per fronteggiare la grande produzione di albicocche e della relativa confettura di questa estate, ecco qua una torta dal pan di spagna molto  morbido e ben inumidito!! Una torta così soffice e leggera che non vi accorgerete di averne appena mangiata una fetta. Molto buona a colazione con un bel cappuccino (come ho fatto io), ma anche a merenda con un thè melange. Perfetta anche per affrontare i giorni di pioggia che stanno per travolgere le belle giornate soleggiate.

Torta alla crema di albicocca
Print
Categoria: dolci
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 8
Ingredienti
  • 150 g di farina
  • 2 uova
  • 3 tuorli
  • 80 g di burro
  • 600 g di albicocche sciroppate (peso sgocciolato) e lo sciroppo di conservazione
  • 140 g di zucchero semolato
  • 80 g di confettura di albicocche
  • 4 g di gelatina in fogli
  • 60 g di mandorle tostate a lamelle
  • sale
Istruzioni
  1. Sciogliere il burro.
  2. Montare a lungo le uova e i tuorli in una ciotola a bagnomaria con 100 g di zucchero semolato fino a renderli spumosi.
  3. Lontano dal fuoco unire la farina setacciata con un pizzico di sale e il burro raffreddato e mescolare.
  4. Versare l'impasto in uno stampo a cerniera da 24 cmfoderata con carta forno e cuocerlo in forno caldo a 180° per 35-40 minuti.
  5. Fare ammorbidire la gelatina per 5 minuti in acqua fredda.
  6. Frullare le albicocche con lo zucchero rimasto.
  7. Fare scaldare ¼ di sciroppo in una casseruola e poi unire la gelatina prima scolata e strizzata e le albicocche frullate e mescolare. Far riposare in frigo per 30 minuti la crema.
  8. Taglare la torta a metà, bagnare la base con lo sciroppo rimasto e spalmatela con la confettura fatta scaldare.
  9. Distribuire sopra ⅔ di crema, ricomporre la torta e completare con la crema rimasta e far aderire le mandorle ai lati e sui bordi della torta.
  10. Prima di gustare tenere la torta in frigo per 4 ore.

Chiara Freschi
Chiara Freschi è una food blogger, studentessa di Comunicazione Strategica a Firenze e Sommelier Ais. La sua passione per l’enogastronomia è cominciata con i dolci. Ama cucinare qualsiasi cosa, sperimentare nuove ricette, creative e tradizionali, locali e straniere. Spera di far ingolosire tutti i lettori con le sue ricette molto “honest”. Il suo blog si chiama “Tastexperience”.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Pound Cake all’arancia
Vellutata di tupinambor e finocchi
Vellutata di cavolfiore