Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Torta di ricotta al limone

Un inno alla semplicità e alla freschezza: la torta di ricotta e limone di Francesca ci ha conquistati. Voi che dite?
Di Francesca Quaglia

honest cooking ricetta torta di ricotta al limone

A casa mia piacciono le torte semplici. Quelle soffici, alte, senza creme o farciture. Quelle da pucciare nel latte o nel the, per iniziare la giornata col piede giusto. Logico che, con cotali premesse, una torta come quella che sto per presentarvi abbia riscosso grande successo. E’ una “focaccia” morbida ed aerea, che vede nell’impasto pochi ingredienti, tutti molto semplici. La regina della ricetta, però, è la ricotta. A rendere fresco il tutto, il tocco frizzante della scorza di limone grattugiata. Un inno alla semplicità e alla freschezza, da accompagnare ad una tazza di latte o di the, magari al bergamotto.

Torta di ricotta al limone
Print
Categoria: Dessert
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 100 gr di ricotta
  • 100 gr di farina
  • 80/100 gr di zucchero
  • 1 uovo bio
  • 40 ml di olio di mais o di riso
  • ½ bustina di lievito
  • scorza di limone grattugiata
Istruzioni
  1. Preriscaldate il forno a 180°.
  2. Lavorate con le fruste la ricotta con lo zucchero fino a ottenere una crema morbida.
  3. Aggiungete l'uovo, mescolate, unite quindi la farina setacciata col lievito e la scorza di limone.
  4. Mescolate bene, aggiungendo l'olio, trasferite il composto in una tortiera di circa 20 cm di diametro rivestita con carta da forno.
  5. Infornate e fate cuocere circa 35'.
  6. Sfornate, fate raffreddare e servite cosparsa di zucchero a velo.
Note
Con queste porzioni otterrete le dosi per una tortiera di 20 cm di diametro

Francesca Quaglia
Astigiana, avvocato di professione ma foodblogger per passione, vegetariana, amante dei viaggi e degli animali. Nel blog, nato nel 2010, “Paciocchi di Francy”, racconta la sua passione per la cucina vegetariana e i cibi alternativi cercando di trasmettere, attraverso la fotografia e la narrazione, chi è. Perchè è fortemente convinta che “siamo quello che mangiamo”.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

Rosso e Tannico - il Pinot Grigio di Radikon!
Grande tra i grandi: Barolo 1999
Cappelletti al cappone Lo Scoiattolo in brodo di carne con zucca, funghi e castagne