Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Tortano Napoletano

Tortano Napoletano

Il Tortano Napoletano è un lievitato salato tipico della tradizione gastronomica Partenopea, quel Piatto Jolly che mette d’accordo tutti.
Scritto da Rosa Cinque

Il Tortano Napoletano è un lievitato salato tipico della tradizione gastronomica Partenopea, realizzato con un impasto a base di strutto, formaggi e salumi a cubetti. Preparato solitamente in occasione delle festività pasquali ma gustato tutto l’anno, il Tortano Napoletano, può essere arricchito con formaggi e salumi che vi piacciono di più. E’ molto simile al Casatiello dal quale si differenzia per la mancanza di uova nell’impasto.
Il Tortano Napoletano nella mia famiglia non manca mai, lo prepariamo non solo a Pasqua ma ogni volta che desideriamo portare in tavola un rustico saporito che accompagna i nostri pasti.
Ideale come piatto unico, in sostituzione del pane, come appetizer o antipasto il Tortano Napoletano è quel Piatto Jolly che mette d’accordo tutti.

 

Tortano Napoletano
Print
Categoria: Pane Pizze Focacce
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 10
Ideale come piatto unico, in sostituzione del pane, come appetizer o antipasto il Tortano Napoletano è quel piatto jolly che mette d’accordo tutti.
Ingredienti
  • 400 g Farina “00” (o Farina Manitoba)
  • 16 g lievito di birra
  • 120 g latte
  • 30 g strutto (potete sostituire con burro)
  • 30 g olio
  • 8 g sale
  • 2 uova
  • 75 ml acqua
  • pepe
  • Per il ripieno:
  • 100 g provolone dolce
  • 100 g Caciocavallo (o altro formaggio filante che avete in casa)
  • Misto di salumi tagliati a cubetti (Salame Napoli, Pancetta, Cotto)
  • 40 g pecorino
  • Inoltre:
  • 1 tuorlo+1 cucchiaio di latte per la superficie
Istruzioni
  1. Per realizzare il Tortano Napoletano è indicato impastarlo in una Planetaria che vi aiuterà ad incordare meglio l’impasto.
  2. Lavorate farina con il lievito disciolto in un po di acqua tiepida.
  3. Azionate la planetaria ed iniziate ad impastare: unite man mano le uova, l’olio, il latte, una manciata di pepe nero continuando ad aggiungere acqua all’impasto.
  4. Regolate di sale ed unite lo strutto facendolo assorbire poco alla volta all’impasto.
  5. Lavorate l’impasto per 15/20 minuti e lasciate incordare fino ad ottenere un impasto elastico e omogeneo.
  6. Trasferite il panetto in una terrina leggermente oliata e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (circa 2 ore).
  7. Nel frattempo affettate salumi e formaggi che serviranno per farcire il Tortano Napoletano.
  8. Riprendete l’impasto e stendetelo, su un piano di lavoro infarinato, dello spessore di circa 5 mm.
  9. Disponete sulla superficie il misto di salumi e formaggi e spolverizzate con il pecorino.
  10. Arrotolate il Tortano con delicatezza e trasferitelo in uno stampo a ciambella di 26/28 cm di diametro, unto con dello strutto, sigillando bene le estremità.
  11. Lasciate lievitare il Tortano Napoletano per ulteriori 2 ore, fino al raddoppio del volume.
  12. Pennellate la superficie con la miscela di uova e latte ed infornate a 180°C per circa 45 minuti.
  13. Fate cuocere il Tortano Napoletano in forno statico, nella parte medio-bassa del forno, e controllatene la cottura.
  14. Sformate il Tortano Napoletano e lasciate raffreddare su gratella.
  15. Servite e gustate.
Note
Il Tortano Napoletano può essere gustato appena sfornato, il giorno stesso. Ottimo il giorno dopo quando avrà acquistato tutti i sapori. Si conserva bene per 3 giorni circa, chiuso in una busta per alimenti. Potete lavorare l’impasto con la Planetaria oppure a mano. Potete arricchire il Tortano Napoletano a seconda dei vostri gusti, ad esempio con uova sode tagliate a cubetti e aggiunte alla farcia, i famosi Ciccioli e altro ancora.

 

 

Vivo a Positano, la ridente località sulla Costiera Amalfitana. Le mie tradizioni sono legate fortemente a due Regioni del Sud Italia: la Campania e la Puglia che amo perchè è lì che è nata mia madre Camilla. Colori, mare, architettura naturale, meraviglie da gustare in tavola e panorami da mangiare con gli occhi … queste sono le mie fonti d’ispirazione quando decido di mettermi ai fornelli e cucinare per me e i miei cari. La mia passione è la cucina, in particolar modo, la pasticceria: creo, sperimento, realizzo e sono alla continua ricerca di ricette per superare me stessa. Non sono una professionista ma ho passione, ingredienti ed un pizzico di fantasia! Oltre alla passione smodata per il cibo, amo la fotografia, la lettura, la danza e la musica classica. Ragioniera e Perito Tecnico Commerciale, non ho mai svolto questa professione ed oggi lavoro dove mi diverto. Collaboro con aziende del settore food, moda e artigianato come Assistente Social Network, Contributor Ufficiale per Expo Milano 2015. Scrivo le mie ricette per Italia a Tavola, HonestCooking, MatildeTiramisù e Vivere Ascoli. Collaboro con la telegiornalista Chiara D’Amico. Mi reputo socievole ma diffidente, probabilmente attraverso la mia passione per la cucina esprimo il mio essere, la mia semplicità.

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Commenti

commenti

L'insalata di strisce d'arcobaleno
Muffin al latte e cacao
Teglia di pollo, sopressata e patate