Socialize

FacebookTwitterRSS

Cerca nel sito

Zuppa di cozze, vongole e calamari

Cosa sarebbe l’estate senza una buona zuppa di cozze? Noi ci aggiungiamo anche calamari e vongole

Scritto da Carlotta Lolli

honest cooking ricetta zuppa di cozze, vongolo e calamari

Zuppa di cozze, vongole e calamari

Quest’anno niente abbuffate in Riviera per me. Sono dall’altra parte del mondo e non tornerò in tempo per l’estate italiana.

Non potrò concedermi un fritto a Milano Marittima, in riva al mare, ma posso sempre preparare una zuppa di pesce in casa.

Molluschi e pesce si trovano facilmente qui, preparerò una succulenta zuppa di cozze, vongole e calamari. Devo solo mettermi all’opera e in poco tempo sentirò profumo di Riviera anche qui!

Zuppa di cozze, vongole e calamari
Print
Cuisine: Italian
Autore:
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 500 g di cozze nostrane
  • 500 g di vongole veraci
  • Aglio in camicia
  • Vino bianco
  • Un calamaro
  • Pomodorini
  • Prezzemolo
  • Olio evo
  • Pane
Istruzioni
  1. Cominciate facendo spurgare cozze e vongole sotto l'acqua corrente -oppure mettendole in frigo dentro a una pentola con acqua leggermente salata già dalla sera precedente-.
  2. Apritele in padella con aglio, olio, prezzemolo e vino. Tenete da parte i molluschi e filtrate il liquido rilasciato dagli stessi.
  3. Dopo aver fatto aprire cozze e vongole scaldatene l'acqua che avrete tenuto -allungata con una tazza d'acqua normale-, aggiungete il calamaro tagliato a quadretti e fate cuocere per cinque minuti.
  4. Aggiungete i pomodorini tagliati in pezzetti, cozze e vongole e lasciate bollire per altri cinque minuti.
  5. Servite la zuppa di cozze, vongole e calamari con prezzemolo tritato, olio evo e pane tostato.
Dimensione: 4

Ti è piaciuto il nostro post?
Diccelo con un commento o con un semplice like

Carlotta Lolli
Io sono Carlotta ho 22 anni e vivo a Modena, città di motori, buon vino e ottimo cibo. La mia famiglia mi ha cresciuta a tortellini, Lambrusco e determinazione. Dopo il Liceo ho abbandonato gli studi di Medicina e Chirurgia per dedicarmi alla mia più grande passione: la cucina. Una scuola di cucina internazionale, uno stage formativo presso un Relais&Chateaux e tante esperienze tra ristoranti e pasticcerie sono solo parte del mio percorso. Oltre alla mia professione da cuoca a domicilio coltivo la mia passione da travel-food blogger, scrivendo articoli su cibo, vino e birra e viaggi.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valuta questa ricetta:  

Fajitas di pollo salutari
Whisky Sour Cupcake with chocolate chips
Mezze maniche integrali con crema di ricotta e granella di mandorle