Arrosto di tacchino con albicocche secche, speck e brandy

La ricetta combina la carne bianca alla frutta: l’importante è osare, anche con l’arrosto di tacchino.
Di Micol Cerruti

Il sapore è solo uno dei componenti che va a formare il gusto. Le nostre papille sono sensibili ai cinque sapori fondamentali: salato, aspro,dolce, amaro e umami. I recettori del sapore mandano i loro segnali al cervello che li combina con i segnali olfattivi stimolati dall’aroma di un piatto,dalle molecole volatili presenti che raggiungono i recettori del naso. Se consideriamo che a fronte di soli cinque sapori i recettori olfattivi riescono a distinguere piu’ di 10.000 odori diversi,si capisce come la miscela di aromi che emana un piatto e’ spesso fondamentale nel formare il nostro giudizio gustativo. Vi sono una serie di regole empiriche per miscelare i sapori e ottenere combinazioni gradevoli:si sa che aspro e dolce vanno spesso bene insieme mentre amaro e salato no. Poi il tutto sta alla fine nel saper essere curiosi,nello sperimentare ….nel trovare nuove combinazioni…nell’ “osare”….. La ricetta di oggi combina la carne bianca alla frutta ….

Arrosto di tacchino con albicocche secche, speck e brandy
Categoria: Secondi
Autore: Micol Cerruti
Preparazione: 15 mins
Cottura: 60 mins
Complessivo: 1 hour 15 mins
Porzioni: 8
Ingredienti
  • una fesa di tacchino (800 gr circa)
  • 100 gr di speck a fette
  • 200 gr di albicocche secche
  • 200 ml di Brandy
  • una noce di burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
Preparazione
  1. Per prima cosa mettere le albicocche secche in un contenitore e coprirle con il brandy,devono essere completamente immerse di modo che si ammorbidiscano e prendano il sapore del liquore;lasciarle in ammollo per circa 30 minuti.
  2. Passato questo tempo scolarle dal brandy (senza gettarlo via mi raccomando) e tagliarle a cubetti ,ma non tutte,tenerne da parte alcune intere che andranno ad arricchire il contorno dell’arrosto.
  3. A questo punto aprire la fesa e coprirla con le fette di speck e le albicocche secche tagliate a dadini.
  4. Arrotolatela ben bene e legatela con lo spago da cucina.
  5. Quindi far sciogliere una noce di burro e un filo di olio in una padella dai bordi alti e far rosolare la carne a fiamma alta da tutti i lati.
  6. Sfumare con il brandy (quello in cui avevano macerato le albicocche),una volta evaporato tutto il liquore trasferire l’arrosto in una teglia,aggiungere le albicocche intere che avevate tenuto da parte e un po’ di brodo,acqua o meglio ancora Brandy…. mettere in forno a 180 gradi.
  7. Far cuocere l’arrosto per un’ora circa,bagnandolo di tanto in tanto con del liquido di modo che non bruci ……..
Torna in alto