Azienda Guarini: “Vigne Vecchie” ricche di storia

Oggi andiamo in Salento: Vigne Vecchie è un Primitivo dell’Azienda Guarini che non potete non provare!
Di Carlotta Invrea

L’utilizzo e la valorizzazione dei vitigni autoctoni sono i due punti fermi dell’Azienda Duca Carlo Guarini.

Siamo a Scorrano, paese adagiato su una piccola altura nel cuore del Salento a pochi chilometri da Lecce. Questo paese ha origini antiche e fu fondato dal console romano Marco Emilio Scauro. Oggi piccole e bianche viuzze seguono la linea ideale e circolare delle antiche mura medievali. All’apice dell’altura dominano la Chiesa Madre e il palazzo ducale, sorto da un’antica fortificazione oggi di proprietà della famiglia Guarini.

I vini, gli oli extravergine di oliva, le salse, le conserve, i formaggi sono frutto del lavoro e dell’attaccamento millenario a questo territorio.

Nella produzione vinicola, massima attenzione è posta al rapporto tra qualità e prezzo di vendita, per dare al consumatore la possibilità di bere un ottimo vino ad un prezzo onesto.

Il mercato a cui l’Azienda si rivolgie è quello italiano, europeo, americano e orientale.

Ogni etichetta avrebbe una lunga storia da raccontare, ma quella di cui vi voglio parlare è “Vigne Vecchie”: vino IGT ottenuto dalla macerazione delle uve del vitigno Primitivo.

Ha un colore rosso rubino intenso, un profumo che predilige aromi di frutti rossi, amarena e spezie ottimo soprattutto se abbinato a formaggi stagionati ed arrosti di carne.

In ogni bicchiere di questo vino si può assaporare tutta la poesia di una terra antica e solare come quella del Salento …

Torna in alto