Cappello di Prete: tanto di cappello…

Carlotta ci racconta il vino Cappello di Prete dell’Azienda Agricola Candido.
Di Carlotta Invrea

La storia dell’Azienda Agricola Candido inizia molti anni fa quando Francesco Candido produce la sua prima bottiglia di vino. Siamo nel lontano 1929.

Oggi sono i fratelli Alessandro e Giacomo, i nipoti, a portare avanti con passione e determinazione l’Azienda salentina.

I due fratelli hanno saputo mantenere vivo e ben radicato il legame con la terra pur avviando un programma di innovazione e sviluppo, capace di espandere il proprio marchio nel resto del Belpaese e all’estero.

Dalle uve Chardonnay, Negro Amaro, Malvasia, Cabernet Sauvignon, Aleatico e Primitivo prendono vita ottimi vini. Primo fra tutti il “Cappello di Prete”…

Questo vino proviene dalla macerazione lunga in acciaio dell’uva Negro Amaro. Dopo la fermentazione malolattica, il vino ottenuto viene fatto invecchiare in barrique.

Di grande struttura, dal colore rosso rubino profondo con sfumature tendenti al porpora, ha un aroma intenso, persistente, speziato, con una nota di vaniglia ed un sapore pieno e vellutato.

Ottimo se abbinato a carne di manzo, selvaggina, agnello, formaggi e pasta dura.

Torna in alto