Cocktail di gamberi su crostino con crema di gamberi

Una ricetta che ne contiene due. Una sinfonia di frutti di mare: cocktail di gamberi su crostino con crema di gamberi.
Di Kalle Bergman

Cocktail di gamberi su crostino con crema di gamberi

I gamberi sono sempre stati tra i miei crostacei preferiti – e nei paesi del nord se ne trovano in abbondanza. Questo piatto di gamberi è in realtà un doppio piatto, anzi in un certo senso lo definirei un duetto. Innanzitutto è una versione da me rivista e corretta del cocktail di gamberi, qui servito su un crostino di ispirazione latinoamericana. Credo che la freschezza della menta e del lime si sposino in modo sorprendente con i gamberi. Trovo inoltre che sia un buon inizio croccante a cui far seguire la sostanziosa crema di gamberi. Se fatta asciugare bene la crema ha un gusto ricco, che personalmente preferisco, se invece volete un gusto più delicato basta lasciarla un po’ più liquida.

Cocktail di gamberi su crostino con crema di gamberi
Categoria: Primi
Autore: Kalle Bergman
Porzioni: 2
Ingredienti Per 2 persone (4 se si serve come aperitivo) 500 gr di gamberi bolliti con la buccia
Ingredienti
  • Per il cocktail di gamberi su crostino
  • 1 avocado a pezzetti
  • 3 pomodori a pezzetti
  • ½ mango a pezzetti
  • 2 cucchiai di menta tritata
  • ½ cucchiaio di zucchero
  • ½ cucchiaio di sale
  • 1 lime spremuto
  • Sale nero
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
  • 2 fette di pane vecchio di un giorno
  • Aneto per guarnire
  • Per la crema di gamberi
  • 2 carote a rondelle
  • 2 cucchiai di passato di pomodoro
  • 2 cucchiai di olio vegetale
  • 2 ciuffi di aneto
  • 1 cucchiaio di aneto tritato
  • 25 cl di vino bianco
  • 50 cl di acqua
  • 25 cl di panna montata
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di cognac
  • 1 cucchiaino di burro
  • 1 fetta di pane vecchio di un giorno
  • 1 cucchiaio di burro per friggere
  • Sale e pepe
  • Aneto per guarnire
Preparazione
Per la crema di gamberi
  1. Pelate i gamberi, metteteli da parte e tenete i gusci
  2. In una pentola capiente scaldate il cucchiaio di olio con le carote e la passata di pomodoro
  3. Aggiungete i gusci e cuocete per 2 minuti a fuoco veloce, mescolando di tanto in tanto
  4. Aggiungete il vino bianco e fate andare per altri 3 minuti, poi abbassate a media fiamma e aggiungete l’acqua
  5. Portate a bollore e lasciate andare per 2 o 3 ore coperto
  6. Mentre il brodo cuoce, tagliate il pane a cubetti piccoli, friggeteli in burro e olio vegetale per 5/7 minuti su fuoco medio/basso fino a doratura. Condite con aneto, sale e pepe. Togliete quindi dal fuoco e lasciate raffreddare i crostini su un telo da cucina
  7. Filtrate il brodo passando bene i gusci in modo da raccoglierne il sapore. Gettate i gusci, rimettete il brodo nella pentola a fuoco alto e fatelo ridurre di 2/3
  8. Aggiungete la panna e riportate a bollore. Abbassate il fuoco e fate andare per 3 minuti. Aggiungete il cognac e lo zucchero e lasciate altri 3 minuti. Condite con sale e pepe e aggiungete una noce di burro per renderlo più denso e cremoso
  9. Tagliate 1/3 dei gamberi a pezzetti e mettetelo nel mezzo dei piatti fondi, versate quindi la crema, appoggiate sopra i crostini e guarnite con aneto
Per il cocktail di gamberi con crostino
  1. Tagliate i restanti gamberi a metà e metteteli in una terrina
  2. Aggiungete l’avocado, il mango e i pomodori e mescolate delicatamente
  3. Aggiungete olio d’oliva, sale, zucchero e succo di lime e mescolate. Fate riposare per 5 minuti
  4. Aggiungete le foglie di menta e il pepe nero
  5. Tagliate il pane in due, togliete la crosta e fatelo dorare nel burro. Mettete il crostino nel piatto, copritelo con il cocktail di gamberi e guarnite con aneto

Se servito come aperitivo queste quantità vanno bene per 4 persone.

Enjoy!

Torna in alto