Estate: birra, frutta e verdura. Ecco una ricetta svuotafrigo buona e nutriente

La birra ghiacciata, quella che tutti abbiamo in frigo d’estate: qui si accompagna con una ricetta svuotafrigo, la quiche.
Di Federico Corbelli
Peperoni, zucchine, carote ma anche frutta e poi c’è lei, la regina dell’estate, una bella birra ghiacciata. Sono questi gli alimenti che riempiono i frigo degli italiani che, a quanto pare, senza frutta, verdura e birra proprio non riescono a stare. Secondo una ricerca svolta l’anno scorso da AssoBirra, i latticini sono più comuni di carne e affettati, mentre il pesce è quasi del tutto assente. A seguire latte e yogurt.

Non c’è da sorprendersi. Cosa c’è di più estivo della birra? Mi fa subito pensare alle cene a casa, in terrazza, con gli amici. Certo, una birra artigianale di qualità è buona in ogni periodo dell’anno. Anche a dicembre, davanti al camino, mentre fuori nevica. Ma è durante il periodo dell’anno che va da maggio a settembre che gli italiani ne consumano di più: in media 8 milioni di ettolitri. E con questo fiume di birra che riempirà i nostri frigoriferi, chissà quante bottiglie rimarranno abbandonate a metà, in compagnia di una zucchina solitaria, un peperone rimasto solo soletto, un pomodoro single o sparuti gruppi di carote.

Oggi ti suggerisco un piatto facile e veloce, che mi ha sfamato durante gli anni dell’Università. La classica ricetta “svuotafrigo”: la quiche. Ottima per pranzo o per cena, per chi non la conoscesse, la quiche altro non è che una torta salata. L’elemento più importante, che devi assolutamente procurarti, prima di metterti all’opera, è la pasta briseè, che diventerà il guscio all’interno del quale potrai mettere quello che preferisci.

Io ho utilizzato questi ingredienti:
pasta briseè
peperoni
zucchine
carote
prosciutto cotto
Parmigiano Reggiano grattugiato
3 uova medie
sale e pepe
noce moscata grattugiata
scamorza o provola
birra

Inizia a tagliare a cubetti le verdure e falle saltare con una noce di burro, bagna con un goccio di birra e continua la cottura fino a farla svanire. Tieni da parte il resto della birra, ti servirà più avanti. Aggiusta di sale le verdure e lascia intiepidire. Taglia a listarelle il prosciutto cotto (va benissimo anche quello a cubetti), e a dadini la provola (o la scamorza). Sbatti le uova e aggiungi il parmigiano grattugiato, il pepe macinato e la noce moscata grattata. Unisci anche il prosciutto cotto, la provola e le verdure (che si saranno intiepidite). Mescola per bene.
Fodera una tortiera con la carta da forno (oppure ungila con olio o burro), poi stendi la pasta briseè. Punzecchiala sul fondo con una forchetta e versaci all’interno il composto. Piega i bordi della pasta verso l’interno e spellali con latte o uovo sbattuto. Metti in forno (precedentemente scaldato) a 180° per circa 50 minuti, fino a che la superficie non sarà ben dorata.
Togli dal forno e lascia intiepidire. La quiche svuotafrigo è buona sia tiepida che fredda.

Da consumarsi preferibilmente accompagnata dalla birra che avrai tenuto da parte. Meglio se artigianale.

Buon appetito e prosit!

Torna in alto