Il menù di We go Vietnam: maialino in osmosi di latte di cocco

Una piccola anticipazione su quello che mangerete durante WeGoVietnam: qualcosa che mangerete, ovvero il maialino in osmosi di latte di cocco.
Di Giovanna Hoang

Quando i sapori di una terra lontana come il Vietnam incontrano un alchimista come chef Misha Sukyas, cosa può nascere se non “a new vision of vietnamese food?”

Piatti dai sapori autentici elegantemente presentati formano piccoli scrigni di gusto nei quali sono racchiusi messaggi segreti. Idee e sensazioni che si svelano unicamente ai palati più attenti, quelli capaci di gustare i cibi utilizzando tutti i sensi, di soffermarsi a percepire i profumi, i contrasti di colore e di sapore, le forme e le diverse consistenze.

Insieme a Misha abbiamo voluto sperimentare, azzardare perché il suo mood e il suo pazzesco estro culinario vanno decisamente a nozze con la primaria essenza di questa cucina che risiede nella particolare attenzione, nonché abilità, di conferire sapore ai cibi in maniera ben equilibrata.

Il “maialino in osmosi di latte di cocco, lemongrass e yogurt affumicato”, per esempio, è una delle sei portate che verranno servite durante la serata WE GO VIETNAM in programma il 25 febbraio 2014, ma non rappresenta un tipico piatto della tradizione culinaria vietnamita, bensì un percorso degustativo creato appositamente per introdurvi ai sapori di una cucina millenaria in maniera innovativa, più moderna e all’avanguardia.

Ho avuto l’onore e il privilegio di assaggiare in anteprima questo piatto, perché in fondo con un menù del genere non si può non interpellare il parere di una vietnamita, e quindi dico che:

“È stato amore al primissimo boccone!

Un meraviglioso viaggio sensoriale fatto di 
un avvolgente profumo di affumicato che ricopre la carne di maiale,
che si rinfresca con l’acidità dello yogurt e che,
soltanto dopo, lascia scoprire quel favoloso mix di spezie tra
zenzero, lemongrass, pepe di Sichuan e annato
ammorbidite dalla delicata dolcezza del latte di cocco.

Un viaggio sensoriale molto fusion, ma dove in ogni singolo ingrediente
c’è un pezzo del mio Vietnam.

Giudizio finale: piatto promosso a pieni voti.”

Save the date allora!

Torna in alto