Natale in Svezia: Janssons frestelse

Questo delizioso piatto natalizio svedese è essenzialmente un gratin di patate, condito con mollica di pane croccante, morbido nella parte interna e arricchito da piccole scaglie di salamoia per aggiungere una salinità quasi indefinibile al piatto.
Di Kalle Bergman

Un ultra piatto classico svedese, uno dei miei favoriti e una leggenda assoluta sulle tavole di Natale svedesi. Di cosa stiamo parlando? Ma della Janssons frestelse.

Questo delizioso piatto natalizio svedese è essenzialmente un gratin di patate, condito con mollica di pane croccante, morbido nella parte interna e arricchito da piccoli pezzetti di sarde in salamoia per aggiungere una salinità quasi indefinibile al piatto. Ma non allarmatevi, non ha certo il sapore di pesce – le papaline sono solo un condimento – una tentazione morbida e cremosa dal sapore di mare.

Molti inglesi per preparare la Janssons frestelse utilizzano delle acciughe – a causa di un errore di traduzione molto comune. La parola svedese ansjovis è spesso tradotta dagli inglesi con acciughe, ma in svedese significa in realtà sarde in salamoia.

E una volta provato il piatto a Natale – vedrete che vi verrà voglia di rifare la ricetta ogni notte oscura fredda –perché il Janssons frestelse merita di essere mangiato per tutto l’inverno.

GOD JUL!

Swedish Christmas Classic – Jansson’s Temptation
Categoria: Main Course
Autore: Kalle Bergman
Preparazione: 15 mins
Cottura: 60 mins
Complessivo: 1 hour 15 mins
Porzioni: 4-6
An absolutely classic Swedish dish, not only served during Christmas – but as a late night snack at many Swedish parties throughout the year.
Ingredienti
  • 4-6 grosse patate, sbucciate e tagliate a strisce sottili
  • 1 tazza di panna
  • 200 g circa di sarde in salamoia (conservare la marinata)
  • Sale e pepe
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 2 cipolle grandi
  • 1 panetto di burro biologico
Preparazione
  1. Preriscaldare il forno a 230 ° C.
  2. Affettare e tagliare la cipolla. Rosolarla delicatamente nel burro fino a doratura desiderata. Disporre le cipolle, le patate e le sarde a strati tritate finemente in una grande pirofila imburrata. Versare la panna e circa la metà della marinata sul piatto. Macinare un po’ di pepe nero e usarlo assieme alla briciole di pane per condire le patate, ricoprite con qualche fetta di burro.
  3. Cuocere al centro del forno fino a doratura ultimata, per circa 50-60 minuti. Porre un foglio di alluminio sulla parte superiore durante gli ultimi 10-15 minuti se il pasto appare troppo colorato.
Note

È possibile cuocere il piatto il giorno prima e riscaldarlo nuovamente il giorno successivo, aggiungete un po’ di panna però, dopo aver riscaldato il tutto.

Torna in alto