Nero d’Avola Azienda Agricola Di Prima

Una piemontese, una campana e un’emiliana a tavola sceglieranno il Nero D’Avola dell’Azienda Agricola Di Prima. Scopriamo perché.
Di Carlotta invrea

Metti al tavolo una piemontese, una campana e un’emiliana: che vino bevete?

Beh, un Nero d’Avola ovviamente… Uno molto buono è quello dell’Azienda Agricola Di Prima.

E’ un’Azienda a conduzione familiare che ha scommesso nella trasformazione delle uve dei propri vigneti per produrre vini di alta qualità: scommessa vinta, direi…

Situata in provincia di Agrigento, nel territorio di Sambuca di Sicilia, si estende per 37 suggestivi ettari tra Pepita, Roccarossa, Arancio e Batia.

I vini prodotti sono dotati di gran personalità proprio grazie alla varietà dei terreni su cui sono coltivate le viti. A Batia, ad esempio, viene coltivato il Nero d’Avola. Siamo ad un’altitudine di 420 metri, su un terreno mediamente calcareo.

L’invecchiamento di sei mesi in barrique di rovere, e l’affinamento in bottiglia per un tempo di altrettanta durata, conferiscono un sapore molto intenso a questo vino. Di un bel e limpido rosso rubino, ha un profumo prevalentemente fruttato, con predominanza di note alla fragola e ciliegia, passando attraverso sentori di rosa e toni vegetali.

Il sapore è leggermente acido, persistente con rimandi alla frutta rossa fresca. Questo Nero d’Avola viene esaltato soprattutto se abbinato a piatti di carne rossa, fegato e formaggi saporiti.

Buoni anche gli altri rossi, i bianchie ed i rosati dell’Azienda Di Prima: fossi in voi li proverei tutti, con calma, s’intende…

Da assaggiare, anche se non avete programmato un pasto ad un tavolo con persone di regioni diverse tra di loro…

Torna in alto