Pizza di rose alla rosamarina

Finger food di stampo tradizionale? Ecco la pizza di rose alla rosa marina.
Di Costantino Sammarra

Una base di impasto per pizza, la dolcezza dei pomodori maturati al sole, l’inconfondibile gusto deciso della rosamarina calabrese condita con sale e peperoncino, e il profumo avvolgente dell’origano seccato sulla veranda: questi gli ingredienti della tradizionale pizza di rose farcita di rosamarina, un brillante esempio di finger food di una volta.

Pizza di rose alla rosamarina

Categoria: Pane, Pizze, Focacce
Autore:
Preparazione:
Cottura:
Complessivo:
Porzioni: 4
Croccanti fuori, morbide dentro: queste rose sono irresistibili, e possono essere gustate sia calde che fredde.
Ingredienti
  • Pasta per pizza ottenuta da 500 g. di farina 00
  • 100 g. di rosamarina in barattolo
  • 100 g. di pomodoro pelato
  • Olio extra-vergine d’oliva q. b.
  • Origano secco q. b.
Istruzioni
  1. In un piatto fondo, schiacciate con una forchetta il pomodoro pelato. Non aggiungete sale, in quanto la rosamarina ne contiene già abbastanza.
  2. Una volta ottenuta una polpa fine, incorporatevi la rosamarina e mescolate bene per omogeneizzare il tutto.
  3. Dopo aver preparato il vostro ripieno, passiamo con la preparazione della base: con l’aiuto di un matterello stendete la pasta di pizza già lievitata su di una superficie che avrete prima cosparso con un po’ di farina, creando una sfoglia di circa 3-4 millimetri d’altezza.
  4. A questo punto, versate con attenzione il mix di pomodoro e rosamarina sulla sfoglia, e stendetelo bene con l’aiuto di un cucchiaio, avendo cura che copra l’intera superficie dell’impasto.
  5. Ora arrotolate su sé stessa la pizza, facendo attenzione a far uscire meno farcitura possibile; se dovesse accadere, non preoccupatevi più di tanto, perchè la recupererete in un secondo momento.
  6. Una volta che avrete creato un serpentone, è arrivato il momento di tagliarlo per ricavarne tante “rose”, simili a delle girelle. Con un coltello affilato, quindi, andrete ad affettare l’impasto arrotolato, tagliando delle girelle larghe circa 3-4 dita.
  7. Oliate una teglia da forno e posizionate le vostre rose partendo dai bordi, fino ad arrivare al centro. Le rose devono coprire tutta la superficie della teglia, e dovrete posizionarle molto vicine l’un l’altra.
  8. Adesso che la teglia è completamente ricoperta dalle vostre rose di rosamarina, non vi resta che recuperare la farcitura che avete perduto mentre piegavate su sé stessa la sfoglia. Prendetela con un cucchiaio e spalmatela sulle rose, così da ricoprirne in maniera omogenea la superficie.
  9. Date l’ultimo tocco con un generoso giro di olio extra-vergine d’oliva, e un altrettanto generosa spolverizzata di origano secco.
  10. La teglia è pronta e va infornata a 250°, per circa 15 minuti, ma è meglio controllare: le rose devono essere asciutte e aver formato la loro irresistibile crosticina abrustolita.
Torna in alto