Punto Più – Ponte San Giovanni (PG)

Micol è stata a Punto Più, ristorante/gastronomia a Ponte San Giovanni, vicino Perugia. A quanto pare ne è rimasta entusiasta.
Di Micol Cerruti

Oggi non è di una ricetta che vi voglio parlare, ma di una cena. Di una cena e di un locale.
Qualche sera fa ho avuto la fortuna di cenare in un locale, aperto da poco nei dintorni di Perugia.

“Locale” non la definirei la parola più adatta: si perchè PUNTOPIU’ a mio avviso è una perfetta fusione tra cibo e desing.
E’ un posto molto interessante perchè offre la duplice possibilità di gustare e allo stesso tempo acquistare gli stessi prodotti che vengono usati nella preparazione dei piatti. Si parla di prodotti gastronomici artigianali di altissima qualità.

Stesso discorso vale per la cantina, che offre la possibilità di degustare e ovviamente acquistare vini pregiati che provengono da tutte le regioni italiane.
Molto interessante la struttura del menu, caratterizzato ogni giorno da piatti e proposte diverse:un menu’ “speciale” dedicato ai salumi importanti come il famoso Patanegra spagnolo tagliato al coltello,la Mortadella Bologna, il prosciutto e la corallina di Norcia, il salame di San Venanzo.
Un menù “tapas” di pesce che prevede crostini arricchiti da tonno, salmone o pesce spada …
Un capitolo a parte lo dedicherei alle fritture: ho semplicemente adorato il fantastico supplì di Carnaroli e Bufala! E che dire della celestiale tempura di baccalà Norvegese? Ma la vera rivelazione rimane la PatataPiù: la patata fritta perfetta (e lo scrive una che non è mai stata fan del genere).
Ma le proposte includono anche delle interessanti alternative: sfiziosi antipasti, primi e secondi piatti resi speciali dalla materia prima; un prelibato assortimento di pasticceria artigianale e una sfiziosa selezione di panini gourmet per la colazione.

Come ho accennato prima, gli stessi prodotti utilizzati per la preparazione dei piatti possono essere acquistati: ecco che allora il locale si trasforma in un vero e proprio store dove fanno bella mostra di sè eccellenti paste trafilate (bronzo e oro), oli e aceti di qualità superiore, legumi tipici, salse e sughi, caffè, confetture e marmellate particolarissime. Ma non di solo cibo si parla: infatti parallelamente al discorso gastronomico subentra anche quello di design: un’ampia zona del locale è infatti dedicata a tutto ciò che fa parte del servizio, quindi piatti, bicchieri, taglieri di bamboo, tazzine ecc …(distribuiti da Dea Gourmet).

Non mi resta che mostrarvi alcune foto di quello che ho assaggiato, partendo dall’antipasto: una curiosa polenta “arrabbiata”, per continuare con un tagliere misto di salumi e prodotti tipici; supplì di Carnaroli con Bufala, poi un tripudio di merluzzo Norvegese in tempura con verdure croccanti di stagione (zucchine,melanzane e carote), accompagnato da meravigliose patate tagliate a coltello con fior di sale di Maldon. A completare il tutto un buon vino rosso.

Se siete della zona vi consiglio vivamente di farci più di un salto!

Il locale si trova a Ponte San Giovanni in Via del Ponte Vecchio 60.

Alla prossima!

Torna in alto