Ristorante RomantiK a Marlengo

Romantik Hotel Oberwirt, a Marlengo vicino a Bolzano. Valeria ci parla dell’esperienza vissuta nel suo ristorante, che ha quanto pare le ha fatto bene a cuore.
Di Valeria Saracco

E’ in arrivo il ristorante dell’amore….Il ristorante per due cuori a quanto pare, fatto di petali di rose e “chiccherie” da romanzi rosa? Si, ma con classe. Eccoci al Romantik Hotel Oberwirt , a Marlengo vicino a Bolzano.

Meta che non potete perdervi per diversi motivi. Luogo incantato, casa tipica del Sud Tirolo emersa dalla pagine di una fiaba dei fratelli Grimm, ma le foto parleranno da sole. Locanda del 1400 arredata con gusto e lusso, ma accogliente come una baita di montagna. Donne allegre e con i costumi tipici locali ti accolgono sorridenti con le mani sui fianchi  e capelli raccolti in grandi chignon! Il ristorante è prima di tutto un Hotel e poi anche un centro benessere di alto livello. Perché? Ma perché i padroni di questa struttura hanno deciso di investire sull’idea. E quindi fanno trattamenti alle rosa di ogni tipologia. Intanto coltivando le proprie rose e usufruendo di circa 400 rose al giorno per i trattamenti di bellezza e cura.

Visto il mio vizio di andare a perlustrare le toilette per capire meglio dove sto mangiando, finisco per caso in un dedalo di corridoi dove incontro la spa del locale. Stanze con vasche con trattamenti alle rose di ogni sorta, cromoterapia, aromaterapia, vasche idromassaggio, saune e bagni turchi, rose, petali, candele, luci soffuse, profumi. Vorrei restare al piano di sotto, ma il menù mi aspetta. Sognando ad occhi aperti e immaginandomi immersa nei petali risalgo le scale per accedere alla sala dove il mio tavolo è pronto per accogliermi. Premetto che sono piacevolmente sorpresa dall’altissimo livello di qualità della gastronomia che ho trovato in ogni luogo di questa regione d’Italia.
La sera decido di evitare le ottime carni che si trovano in Alto Adige e mi butto sulle verdure e i carboidrati e assaggio i Schlutzkrapfen.

Bene i Schluutzkrapfen, sono dei ravioloni fatti con farina di carruba e formaggio di malga (e altre diavolerie vegetali all’interno) tutto condito con burro di nocciole.

Cos’è sto formaggio di malga? Io non lo sapevo. Bene è il formaggio delle mucche che si portano in vacanza d’estate nei rifugi in alta quota. Rifugi che si chiamano per l’appunto malghe. Latte che viene munto solo di sera, parzialmente scremato, miscelato con latte intero della mungitura del mattino. “Il latte deve provenire da vacche al pascolo in quota e deve essere lavorato crudo, in modo da conservarne intatto il patrimonio microbico ed enzimatico che garantisce le giuste trasformazioni durante la maturazione.” La farina di carrube è ad alto contenuto di vitamine e proteine. E quando assaporo questo nuovo piatto mi sembra di cibarmi di cultura, di natura, di montagna e di cose buone che fanno bene. Assaggio anche dei carciofi gratinati con formaggio di caprino, ma mi sorprendono meno. E termino con una variazione di castagne da far risveglaire il troll dentro di me.
L’arredamento di questo ristorante/hotel/spa è di legno di cirmolo che ha proprietà benefiche per il cuore: abbassa il battito cardiaco e rilassa. Non vi sembra incredibile che io sia proprio finita in un pesino di montagna seduta su una sedia che fa bene al cuore ? E’ successo a Marlengo in Alto Adige e mi sembra sorprendente.

Romantik Hotel Oberwirt, Vicolo San Felice, 2, 39020 Marlengo

Torna in alto