Sformato di porri con salsa alla curcuma

Bontà e virtù nell’antipasto di Francesca: uno sformato sano che vi lascerà soddisfatti.
Di Francesca Quaglia

Oggi un antipasto leggero e festaiolo. Io non amo particolarmente gli antipasti, preferendo invece i primi ed i dolci, ma questo è talmente delicato e leggero che invoglia a mangiarlo. Uno sformato di porri e tofu, totalmente vegano, accompagnato da una salsina di tupinambor alla curcuma. Un concentrato di bontà e di virtù, insomma!

Sformati di porri con salsa alla curcuma
Categoria: Antipasto
Autore: Francesca Quaglia
Preparazione: 10 mins
Cottura: 50 mins
Complessivo: 1 hour
Porzioni: 3
Ingredienti
  • 225 gr di tofu seta
  • 100 gr di porri
  • 1 cucchiaio di mandorle tritate
  • 1 cucchiaio di pangrattato
  • 1 foglia di salvia
  • 1/2 bicchiere di latte di avena
  • 100 gr di tupinambor sbucciati
  • olio
  • sale
  • curcuma
Preparazione
  1. Tagliate i porri a rondelle non troppo sottili, e i tupinambor a fettine. Mettete i porri su un pezzo di carta da forno, adagiatevi sopra i tupinambor, condite con sale e un filo di olio, la foglia di salvia tritata, chiudete il cartoccio e infornate a 200° per circa 30′.
  2. Separate i porri dai tupinambor, e mettete da parte i secondi.
  3. Frullate i porri con il tofu, le mandorle tritate e il pangrattato.
  4. Versate il composto in 3 stampini di silicone e infornate (io ho fatto cuocere a bagnomaria) a 200° per 15′ circa.
  5. Intanto frullate i tupinambor col latte e un pizzico di curcuma, fino a ottenere una salsa vellutata (io ho lasciato qualche pezzetto).
  6. Riscaldate la salsa fino a farla addensare leggermente ma non troppo, e servitela con gli sformatini che, una volta cotti, avrete tolto dal forno ed impiattato.
  7. Guarnite con julienne di porro e servite.
Torna in alto