Show Cooking a Golositalia

Show cooking a Golositalia, che si è tenuto a Brescia dal 25 al 28 febbraio 2016, un’esperienza faticosa ma estremamente fantastica!
Scritto da Enrica Gouthier

Tutto iniziò i primi di febbraio. Mi chiama Monica del blog una biologa in cucina, e mi chiede, con fare misterioso, se ero disponibile il 28 febbraio. Non mi dice né per cosa né perché. Fidandomi di lei, le dico che non avevo impegni e che se aveva in mente qualcosa io ero presente. Infatti dopo una settimana, mi richiama dicendo che avrei partecipato ad uno show cooking a Golositalia. Insieme a me ci sarebbero stati Michela di Dolce e Salato di Miky, Francesca di In a wine mood e Claudio di Biancovino. Loro erano esperti di accostamenti di vino-cibo, io e Michela più di cibo inteso come materia prima.

2
1

La sfida consisteva nell’avere dei prodotti base e cinque ingredienti misteriosi. Con essi dovevamo creare un antipasto e un primo o secondo. Il tutto in 45 minuti. Ed era un tutti contro tutti. Ma purtroppo non si è potuto fare.
Io, Michela e Monica ci siamo armate di borse e siamo andate a recuperare gli ingredienti dai produttori che avevano aderito all’iniziativa. Distrutte ma felici per le chiacchiere che abbiamo fatto con loro, alle 16 avevamo tutto. Vi assicuro che non ci credevo. C’era così tanta gente che non potete immaginare e questa rallentava la nostra corsa contro il tempo.

Si è optato per una cucina a quattro mani, senza sfidarsi. Solo il piacere di cucinare e provare a mettersi in gioco di fronte ad un pubblico. Iniziamo Francesca e Claudio. Una bella parlantina e davvero molto esperti negli abbinamenti vino-cibo. Incantando tutti, hanno preparato due tartare con carne di bufala, gli spaghetti ubriachi e un hamburger con uovo all’occhio di bue. Io e Michela, a questo punto, eravamo abbastanza intimorite. Come loro non sapevamo gli ingredienti, se non quelli di base.

Microfonate, con il nostro grembiule di Giallo Zafferano, molto orgogliose, affrontiamo il pubblico.

3

Smorzo subito la tensione dicendo che di vino non capivamo nulla… dunque si dovevano accontentare di piatti meno raffinati. Meno male che hanno riso. Michela, era decisamente più emozionata di me. Io almeno avevo già fatto alcune videoricette. Questo però non l’ha bloccata, anzi credo che le abbia dato la forza per vincere la sua timidezza e scherzare insieme a me.

4

Dopo cinque minuti la tensione era sparita e chiacchieravamo con il pubblico spiegando i nostri piatti e i prodotti utilizzati. Ma ci prendevamo in giro anche tra di noi, mettendo in atto un bel teatrino…come se lo facessimo tutti i giorni. Inoltre siamo stati aiutati dagli spettatori, che gradivano le nostre preparazioni e chiedevamo la doppia porzione. Alla fine abbiamo cucinato per più di un’ora. E ci siamo divertite da matte.

9
10
11
13
19

Produttori, Monica e organizzazione erano tutti felici. E grazie a questo evento ho potuto conoscere altre mitiche blogger di GZ. Ringrazio infatti Simona Novarini del blog La cucina di Lice per il servizio fotografico. Le foto escono tutte la sua reflex.

Ringrazio sentitamente tutti i produttori:

Paniere del Tavoliere

Agricola Doria

Pastificio Teti

Tempio

Azienda Agricola Travaglini

Clesia

….e se avessi dimenticato qualcuno non fatevi problemi a dirmelo!

Ecco i piatti proposti da Michela e da me:

Culurgiones integrali con ricotta e miele

16

Spatzle integrali con pesto di rucola e mandorle

15

Involtini di carne di bufala con caprino stagionato e gelatina di Mirinello

18

Tartare con base di caprino stagionato e gelatina di Mirinello

22

Mini Hamburger con caprino e straccetti di melanzana

21

Mini hamburger con ricotta e gelatina di Mirinello

23
Torna in alto