Una passeggiata culinaria attraverso Bobbio

Arianna Frea ci accompagna in una passeggiata incantevole alla scoperta del cibo attraverso l’antica città di Bobbio.
Di Arianna Frea

Non appena si entra nel paese di Bobbio, immediatamente si capisce l’importanza del luogo. Le stradine del centro racchiudono la vita di Bobbio in modo quasi monastico. Poggiato sulla riva sinistra del fiume Trebbia, a fianco dell’Appennino Piacentino (gli Appennini vicino a Piacenza nella regione dell’Emilia-Romagna), Bobbio è un incantevole villaggio ricco di storia. Fin dai tempi romani ci sono prove della sua esistenza, ma è solo nel 614 dC grazie al il monaco Colombano, che l’importanza del paese iniziò ad essere nota a molti. In realtà è stato lui che ha dato inizio alla costruzione di quello che più tardi divenne una delle abbazie più importanti d’Europa per la presenza della sua biblioteca e dello Scriptorium (“un luogo di scrittura”, una camera dei monasteri medievali europei dedicata alla copia dei manoscritti degli scribi monastici ).

Situato sulla “ Via Francigena ”(antica via di pellegrinaggio tra Roma e Canterbury), è anche collegata alla via di pellegrinaggio più antica,” Via degli Abati ”. Bobbio ha diversi altri monumenti, musei e collezioni d’arte, tra cui l’Abbazia di San Colombano, il Duomo, il bellissimo ponte Gobbo  sul fiume Trebbia, il Castello Malaspina e il centro storico.

Questa posizione nel Piacentino, non è solo fatta di storia, ma anche di natura, di buon vino e di cibo, e tradizioni. Nella regione il clima è mite e i boschi rigogliosi creano incantevoli geometrie nel paesaggio agricolo.

Visitando il centro, si passa attraverso strade e vicoli che, ancora oggi, offrono eccellenze gastronomiche come il negozio di funghi e tartufi. A nemmeno sei metri dalla “ Contrada di Porta Nuova ”, si può iniziare ad annusare il profumo inconfondibile dei funghi. Le diverse varietà, fresche o secche, sono ben visualizzate nelle grandi casse, più ci si avvicina a loro e più si perdono i sensi, in quanto il profumo dei funghi e il profumo degli inconfondibili tartufi si mescolano. In questa estasi di profumi provenienti dalla terra, il signor Sandro vi offrirà tutto il suo sapere, con i suoi consigli e suggerimenti, guidandovi con passione attraverso i porcini freschi o secchi, i funghi Caesars, i funghi chiodini sott’olio e i fantastici tartufi, sia quelli bianchi che neri.

Proseguendo con la passeggiata, si incontrano vecchi negozi tra cui un negozio di specialità gastronomiche, un negozio di frutta e una panetteria. Il secondo, “ L’Antica Forneria Bobbiese ”(il panificio antico di Bobbio), di proprietà della signora Stefania, ha prodotto alcuni dei dolci tradizionali e dolci tipici come la torta Amaretto o la torta di mandorle per più di 100 anni. E sono entrambi deliziosi!

Il Sabato, al centro della città, vi è un mercato che raggruppa alcuni dei migliori prodotti alimentari che la regione produce: salumi e formaggi. Dopo aver camminato attraverso il mercato e ammirato le attrazioni del villaggio, vi incoraggio vivamente ad assaggiare la vera cucina tradizionale. Per fare ciò, è necessario andare al ristorante “ Piacentino ”.

Mangiare in questo ristorante, gestito da Giuseppe e Celestina, è un’esperienza unica che porta avanti i veri sapori della cucina tradizionale della regione. Gli ingredienti sono sempre freschi e rigorosamente preparati a mano, trasmettendo sapori dei “vecchi tempi” e una tradizione che si tramanda da quattro generazioni.

Stare seduti per la cena nel giardino sul retro è bellissimo e permette di degustare i salumi tipici: Pancetta, Coppa, o le diverse forme di pasta fatta in casa tra cui la specialità regionale “ Maccheroni alla Bobbiese“e” Tortelli Piacentini ”. Da non perdere è il campionamento dei funghi e tartufi, sia in combinazione con il primo piatto (pasta / gnocchi) o con il secondo piatto (pesce / carne),  tutto ovviamente accompagnato da vini italiani regionali o tradizionali. C’è un detto che dice che per capire un mondo che è necessario conoscere la sua cultura culinaria, al fine di scoprire Bobbio è indispensabile mangiare al “ Piacentino ”.

Come per molti altri luoghi, c’è ancora molto di cui parlare, ma per ora ho intenzione di godere e condividere i miei ricordi con voi. Tornerò presto per parlare di alcuni degli altri tesori di Bobbio.

Hotel and Restaurant PIACENTINO
Piazza San Francesco 19
29.022 Bobbio (Pc)
Tel. (39) 0523 9362 66

La Casa Del Porcino e Del Tartufo
V. Contrada Porta Nuova, 30
29022 Bobbio (Pc)

Antica Forneria Bobbiese
V. Contrada Porta Nuova, 4
29022 Bobbio (Pc)

Torna in alto